Rapinano le poste fingendosi finanzieri, poi scappano con un maxi bottino: inseguiti e catturati in autostrada

L'arresto è stato eseguito dagli agenti della polizia stradale che hanno intercettato lungo la autostrada i tre rapinatori responsabili del colpo alle poste di Spoleto

Sono stati inseguiti, catturati e infine arrestati i responsabili del colpo messo in atto nella mattinata di ieri, martedì 2 ottobre, negli uffici postali della frazione spoletina di San Venanzo. I tre, fingendosi finanzieri, erano entrati alle poste chiedendo di farsi aprire, per delle verifiche, la cassaforte. Poi si erano diretti alle casse ed avevano arraffato il contante disponibile e darsi alla fuga.


Rapina alle Poste, tre arresti: individuata l'auto rubata, dentro quasi 10mila euro e un Rolex

Per farsi aprire la cassaforte si fingono finanzieri: banda colpisce gli uffici postali e scappa con il bottino

Ma la loro fuga non è durata molto visto che in autostrada da Orte verso Roma, grazie al coordinamento delle pattuglie della polizia stradale, sono stati intercettati e bloccati.  A seguito della perquisizione effettuata sull'auto, gli agenti hanno trovato un distintivo della GdF utilizzata dai rapinatori per mettere a segno la rapina, parte della refurtiva e una pistola risultata rubata. I tre, di origine romana, sono stati arrestati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

  • Travolto e ucciso da un'auto in superstrada: Fabrizio muore a 45 anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento