menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Feroce rapina in casa, coppia massacrata per pochi euro: arrestata la "mente" della banda

Aveva commesso una violenta rapina in un'abitazione di Longiano insieme ad altri due complici. Si sono aperte le porte del carcere per un 30enne piemontese. Il giovane è stato arrestato Carabinieri della Compagnia di Cesena e Cesenatico in esecuzione ad un'ordine di carcerazione per i reati di rapina aggravata, sequestro di persona e lesioni personali in concorso.


L'individuo è stato rintracciato a Todi, in provincia di Perugia. Al termine delle formalità di rito è stato associato al carcere di Spoleto, dove dovrà scontare tre anni di reclusione. Il colpo venne messo a segno nella prima serata dello 29 dicembre del 2014. Quella sera, secondo quanto era emerso, tre malviventi di nazionalità stranieri entrarono nella casa dove vivevano un 53enne e la madre 76enne e, dopo averli legati e massacrati di botte, erano fuggiti con un misero bottino di pochi euro. Le indagini avevano già permesso di individuare i componenti del gruppo. Per gli investigatori l'italiano era la "mente" del colpo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento