Altotevere, armati di pistola fanno irruzione in un negozio di Kebab e scappano con l'incasso

Rapina in un negozio di kebab ad Umbertide. Il proprietario, sotto la minaccia di una pistola, è stato costretto a consegnare i soldi dell'incasso. Ladri in azione a San Secondo

Ancora furti e una rapina nell'Altotevere. L'ultimo, in ordine di tempo, è accaduto martedì scorso ai danni di un esercizio commerciale che vende Kebab nella zona centrale di Umbertide. Qui due uomini, del quale uno armato di pistola, hanno intimato al proprietario di farsi consegnare l'incasso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non è chiaro se l'arma utilizzata per mettere a segno la rapina sia vera o giocattolo. Il titolare del Kebab ha così consegnato ai rapinatori circa 250 euro. Una volta usciti dal negozio con il bottino, si sono allontanati in fretta e furia dal negozio di via Roma facendo momentaneamente perdere le loro tracce.  Anche i furti continuano a imperversare nelle zone dell'Altotevere. Nelle scorse settimane si sono registrati in particolare nella zona Sud di Città di Castello, mentre un paio di sere fa, nella frazione di San Secondo, i malviventi hanno fatto incursione in un appartamento dove è stata tagliata in due la cassaforte con il frullino oltre a mettere sottosopra l'abitazione. Come riporta la Nazione odierna edizione Umbria, i proprietari hanno sporto denuncia ai carabinieri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso pubblico, 2133 assunzioni a tempo pieno e indeterminato: il bando

  • Concorso per l'assunzione di 2133 funzionari della pubblica amministrazione: il bando

  • Umbria, tragedia a Terni: trovati morti a 15 e 16 anni, indagini in corso

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Umbria, Flavio e Gianluca morti dopo un mix di droghe: parlano i genitori

  • Omicidio Polizzi, la Cassazione scrive la parola fine: i Menenti tornano in carcere, Riccardo per sempre

Torna su
PerugiaToday è in caricamento