Strappano la catenina ad un'anziana e investono carabiniere nella fuga, condannate in due

Le donne, con numerosi precedenti e condanne, erano state fermate al casello di Orte poco dopo. La Cassazione conferma la pena a sei anni

Derubano una signora e nella fuga travolgono un carabiniere, condannate in via definitiva due giovani di etnia rom.

Le due donne erano accusate di rapina impropria aggravata, resistenza a pubblico ufficiale e lesione personale aggravata. Dopo la condanna inflitta dal giudice per l’udienza preliminare e la conferma in appello, le due donne hanno fatto ricorso in Cassazione chiedendo l'annullamento della sentenza contestando la ricostruzione di un testimone e del carabiniere investito.

Ricostruzione secondo la quale le due giovani rom erano entrate in casa di un’anziana e con un trucco le avevano sfilato la catenina d’oro. La signora, però, aveva fatto resistenza ed era caduta a terra.

Le due ladre erano fuggite, ma un carabinieri fuori servizio aveva sentito le grida della donna ed era intervenuto. Le due rom, a bordo di un’auto, avevano anche investito il militare, mandandolo in ospedale. Identica ricostruzione era stata fornita da un testimone.

I giudici di Cassazione hanno ritenuto le due testimonianze valide e non contraddittorie, pur ricostruendo due momenti diversi dell’azione criminale, confermando anche l'aggravante del fatto commesso in luogo di privata dimora, cioè nell’abitazione dell’anziana. Per i giudici lo scarso valore della catenina non influisce sulla pena, in quanto fu danneggiata la porta d'ingresso dell'appartamento e anche “la libertà e l'integrità fisica e morale della persona aggredita per la realizzazione del profitto”.

Le due donne erano state poi fermate ad Orte dai colleghi del militare investito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le due rom, inoltre, erano “gravate di numerosi precedenti penali”. Da qui il rigetto del ricorso e la condanna delle due donne anche al pagamento delle spese processuali. Le due donne dovevano già scontare condanne tra gli otto e i sei anni, cui si aggiungono i sei anni per la rapina e l’investimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: centri commerciali e negozi chiusi la domenica. Tutti i provvedimenti

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 22 ottobre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento