menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ellera di Corciano, rapina alla Banca Toscana: presi rapinatori in fuga

Alla riapertura pomeridiana degli sportelli bancari è entrato in azione un rapinatore armato di coltello. Bottino da 13mila euro. Ma l'uomo aveva dei complici. Carabinieri intercettano l'auto e arrestato all'uscita di San Faustino i banditi

Catturati dopo pochi chilometri di fuga. Una banda di rapinatori è stata intercettata dai Carabinieri del Comando di Perugia pochi minuti dopo una rapina alla Banca Toscana di Ellera di Corciano. L'assalto è avvenuto subito dopo la riapertura pomeridiana degli sportelli bancari. Uno dei rapinatori ha tirato fuori un coltello ed ha minacciato i cassieri che hanno subito svuotato i cassetti. Si parla di una cifra intorno ai 13mila euro trafugata.

Ma la banda - si parla di 4 componenti - non potrà goderseli perchè grazie ad una segnalazione i Carabinieri sono riusciti subito a mettersi sulle tracce dell'auto in fuga che stava percorrendo il Raccordo Perugia-Bettolle in direzione Ponte San Giovanni. Il blocco è scattato all'altezza dell'uscita di San Faustino. I banditi hanno deciso di rientrare in direzione centro di Perugia ma sono stati bloccati poche decine di metri dopo. 

Si parla - ma è tutto ancora da provare - che sarebbero stato esplosi alcuni colpi a scopo intimidatorio. La banda è stata portata in manette alla Caserma di via Ruggia.  I quattro rapinatori - due uomini e due donne - sono tutti originari di Roma con precedenti per furti e rapina. In base a quanto ricostruito dai carabinieri, uno di loro è entrato in banca travisato con un cappellino e armato di coltello.

Si è impossessato del denaro per poi fuggire con l'auto rubata, abbandonata poco dopo per salire su quella "pulita" dove si trovavano già gli altri tre. La vettura è stata quindi intercettata dai carabinieri ma - sempre secondo quanto si è appreso - non si è fermata all'alt. E' cominciato un inseguimento finchè l'auto non è stata
speronata dalla pattuglia dell'Arma e bloccata sotto a un cavalcavia.

I TESTIMONI PARLANO DOPO LA RAPINA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento