Ricarica la Postepay con il trucco, nei guai truffatore seriale per decine di raggiri ai tabaccai

Chiedeve la ricarica di 150 euro, ne pagava una parte e poi fuggiva con la scusa di aver lasciato i soldi in auto

Ricaricava la carta Postepay con il trucco e fuggiva senza pagare o versando solo una parte della somma. Una volta identificato, però, è finito sotto processo per truffa.

Il giovane, difeso dagli avvocati Daniele Federici e Luca Natalicchi (i procedimenti sono tanti e appena possibile vengono unificati con la contestazione in continuazione), si sarebbe reso responsabile di diversi raggiri a danno di alcune tabaccherie utilizzando sempre lo stesso trucco e variando solo la somma versata per ricaricare la Postepay.

L’imputato, secondo l’accusa, si sarebbe presentato in tabaccheria e chiesto di poter ricaricare la carta di 150 euro. Il tabaccaio faceva la ricarica, accreditava la somma e restituiva Postepay e documento al giovane. Il quale prendeva i soldi dalla tasca, ma mancava sempre qualcosa per arrivare a 150 euro: una volta 50, un’altra 90, un’altra ancora 40.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Così l’imputato facendo finta di aver perso i soldi o simulando di ricordarsi di averli lasciati in auto, usciva dalla tabaccheria e spariva per andare a ritirare subito i 150 euro versati e riprovare la truffa in un’altra tabaccheria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un borgo umbro tra i 20 paesi più belli d’Italia del 2020 scelti da Skyscanner

  • IMPORTANTE E' stato ritrovato a Perugia un Gatto del Bengala: si cerca il proprietario

  • "Aiutatemi", ragazzo trovato nella notte legato a un albero: indagano i carabinieri

  • INVIATO CITTADINO Alle sei del mattino due giovanissimi dormono davanti alla vetrina di un negozio: chiamata la Polizia

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Giovani coppie, single e famiglie con un solo genitore, dalla Regione quasi 4 milioni per l'acquisto della prima casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento