Cronaca

Raccordo, risanamento del fondo stradale: i nuovi tratti avranno un letto drenante

La soddisfazione del sindaco Giacomo Chiodini: "Utilizzare tecniche innovative di riciclo materiali"

Promosse le opere di risanamento stradale messe in campo da Anas in questi giorni lungo il raccordo autostradale Perugia-Bettole nel punto in cui attraversa Magione e che riguarderanno anche lo svincolo per un totale di sette chilometri comprendenti anche quello già realizzato a Mantignana. 

Sarà completamente rifatta la fondazione stradale mediante moderne tecniche di riciclaggio sul posto – con riduzione di emissioni legate ai trasporti – dei materiali presenti, a cui vengono aggiunti leganti per uno spessore di 35 cm. Di fatto la nuova pavimentazione verrà realizzata per la maggior parte con materie riciclate e solo in minima parte con prodotti vergini e avrà un fondo drenante come quello delle autostrade. I lavori – iniziati da Mantignana – raggiungeranno la galleria di Magione e riguarderanno entrambe le percorrenze. Il costo complessivo dell'operazione è di circa 5 milioni di euro.

“Ci sarà certamente - ha spiegato il sindaco Giacomo Chiodini - qualche disagio nelle prossime settimane, ma l'opera è imponente e merita davvero un plauso. Si ringraziano – anche per il proficuo dialogo con l'amministrazione comunale di Magione – l'ingegnere Lamberto Nibbi, responsabile struttura territoriale Umbria; l'ingegnere Andrea Primicerio, responsabile area gestione rete regionale; l'ingegnere Michele Consumini, progettista e direttore dei lavori”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccordo, risanamento del fondo stradale: i nuovi tratti avranno un letto drenante

PerugiaToday è in caricamento