rotate-mobile
Cronaca

Musicisti umbri a caccia di fondi per percorrere lo Stivale: ecco come finanziare il loro sogno

Gli Audiosfera, gruppo rock umbro, sono pronti ad organizzare un tour estivo in giro per lo Stivale e per farlo si affidano alla piattaforma di crowdfunding Musicraiser

Gli Audiosfera, gruppo rock umbro, sono pronti a stampare e diffondere l’album “Ogni cosa al suo posto” e ad organizzare un tour estivo in giro per lo Stivale. Ma il busillis è sempre quello: manca la pecunia. Cosa fare di meglio che affidarsi alla piattaforma di crowdfunding Musicraiser?

Tanto ormai lo abbiamo imparato: per ogni espressione artistica – nonché per la salvaguardia e la tutela della cultura, declinata nelle sue varie forme – si ricorre a questa modalità di finanziamento. Intanto, nella pagina Musicraiser dedicata agli Audiosfera si può quindi ascoltare in anteprima il primo singolo, ‘Ogni Cosa’, e altre tre canzoni estratte dall’album.

Ma il sottoscrittore che ci guadagna? La possibilità di avere il CD insieme a diverse “ricompense” che la band ha pensato di riservare ai propri sostenitori. La campagna crowdfunding, iniziata lo scorso 19 dicembre, andrà avanti fino al 17 febbraio 2017.

Il gruppo Audiosfera nasce da un’idea di Lorenzo Lotito (chitarra e voce), da Perugia, e di Valentino Palombi (tastiere), da Terni. Una volta tanto, le due province umbre non si pongono in contrasto dialettico.

I due si sono conosciuti nel 2002 al CET - Centro Europeo di Toscolano che entrambi hanno potuto frequentare, grazie ad una borsa di studio finanziata dalla SIAE. Da allora sono rimasti in contatto, scambiandosi idee e componendo canzoni.

Ad aprile 2016 gli Audiosfera hanno registrato ‘Ogni cosa al suo posto’. Della partita: Lorenzo Lotito (voce e chitarra acustica), Valentino Palombi (tastiere), Mattia Mattoni (batteria), Maurizio Chiani (chitarra elettrica) e Simone Betti (basso). Mirko Marzoli alla chitarra è inoltre special guest nella canzone ‘La vita che vorrei’. Le sessioni di registrazione si sono svolte al BustHard Studios di Terni sotto la supervisione di Giorgio Speranza e Saverio Paiella.

L’album si compone di undici brani con melodie pop e arrangiamenti curatissimi, il tutto ispirato alle sonorità dello shoegaze. Ecco il link per chi intenda sostenerli: www.musicraiser.com/it/projects/6618-ogni-cosa-al-suo-posto

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musicisti umbri a caccia di fondi per percorrere lo Stivale: ecco come finanziare il loro sogno

PerugiaToday è in caricamento