Quel riciclaggio buono, in Umbria la differenziata supera il 50%: la mappa dei comuni

L'assessore regionale Silvano Rometti ha fornito i dati della differenziata dei comuni umbri. Balzo in avanti di quasi 20 punti rispetto al 2011. E l'Umbria è la prima regione a dare i dati a livello nazionale. Il cuore verde sulla strada giusta

Nel 2012 la media regionale annuale di raccolta differenziata si è attestata al 44%, con un incremento di circa il 6% rispetto al 2011 (negli ultimi tre mesi del 2012 la percentuale di raccolta differenziata ha raggiunto il 46,4%) ed il livello conseguito in Umbria  è superiore di circa il 10% rispetto alla media nazionale (35,3% secondo l'ultimo dato disponibile da parte dell'Ispra). L'Umbria che inizia ad essere riciclona è stata ufficializzata dall'assessore regionale Silvano Rometti che ha presentato i dati, territorio per territorio, senza risparmiare anche le criticità di certe aree più restie al riciclaggio di rifiuti.

"L'Umbria è la prima Regione d'Italia in grado di certificare e pubblicare i dati relativi alla raccolta differenziata nel 2012, non solo a livello regionale, ma anche per ciascuno dei 92 Comuni. I dati relativi al 2012 elaborati da Arpa Umbria e certificati dalla giunta regionale, verranno utilizzati per l'attuazione di una specifica previsione della legge regionale in materia di rifiuti che prevede l'applicazione di sanzioni proporzionali alle quantita' di rifiuti avviati a smaltimento per le amministrazioni locali che non hanno conseguito gli obiettivi annuali"
 
Tra i 19 comuni con piu' di 10 mila abitanti Umbertide, Bastia Umbra, Magione, Marsciano, Perugia e Todi hanno superato il 50% di raccolta differenziata, ai quali si aggiunge Castiglione del Lago che ha superato tale livello nel quarto  trimestre. Marsciano è il primo comune tra i 19 a superare il 60% a livello annuale. Di assoluto rilievo il risultato di Umbertide che, grazie al rapido passaggio al sistema di raccolta ''porta a porta'', arriva al 57,84% su base annuale (+22,42% rispetto al dato del 2011) ma al 64,56% nel quarto trimestre, con un ulteriore incremento fino al 73,13% a Gennaio dell'anno
corrente.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono rilevanti anche i livelli di raccolta differenziata conseguiti da Perugia (54,19%, +8,83% rispetto al 2011), Bastia Umbra (53,61%, +7,93% rispetto al 2011) e Todi (51,77%, +16,16% rispetto al 2011, con un costante e significativo trend di crescita che ha visto il superamento del 60% nel 4 trimestre). Nei restanti comuni con più di 10 mila abitanti l'incremento della raccolta differenziata e' stato piu' contenuto, poiche' i servizi di raccolta domiciliari sono stati attivati relativamente al solo ritiro delle frazioni secche e non anche alla frazione organica umida, che costituisce circa il 40% del quantitativo totale di rifiuti urbani. Si riscontrano inoltre livelli di raccolta differenziata ancora non pienamente soddisfacenti, pur a fronte di un certo incremento conseguito rispetto al 2011, nei comuni di Foligno, Spoleto, Terni, Narni e Amelia, i cui risultati determinano ovviamente i livelli complessivi degli ATI 3 e 4 che, come detto, permangono
sensibilmente al di sotto della media regionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Offerte di Lavoro per Perugia e provincia: addetti al supermercato, farmacisti, operai, autisti e baby-sitter

  • Ragazza sparita di casa a Terni e segnalata a 'Chi l'ha visto', arrestata per rissa in corso Vannucci

  • Test sieroprevalenza: battere il Coronavirus, ma la metà degli umbri chiamati non risponde all'appello della Croce rossa

Torna su
PerugiaToday è in caricamento