menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il nuovo questore, Antonio Sbordone: "Siamo lo Stato che si fa amico della comunità"

"La mia priorità è provare a comprendere le esigenze della comunità e rassicurarla". E sul Coronavirus "la Polizia farà la sua parte"

Vicinanza alla comunità, comunicazione puntale e corretta, monitoraggio di tutte le situazioni di rischio, compresa l’emergenza sanitaria per il Coronavirus. Sono queste le priorità di Antonio Sbordone, nuovo questore di Perugia: "Dobbiamo dimostrare  di essere lo Stato che si fa amico della comunità".

“La mia priorità è provare a comprendere le esigenze della comunità. Senza smania di protagonismo fornire messaggi in maniera corretta per stimolare la collaborazione tra forze dell’ordine e comunità – ha detto Antonio Sbordone - Mi aspetto di stare bene in questa provincia, così come sono stato bene nelle altre province in cui ho prestato servizio – ha detto ancora Sbordone - Le aspettative sono ottime perché il posto è meraviglioso dal punto di vista personale, mentre sotto l’aspetto professionale è una realtà stimolante sotto tanti profili”.

In riferimento alla situazione di pubblica sicurezza nella provincia di Perugia Sbordone ha voluto sottolineare che “la realtà è più positiva della percezione, i reati sono in calo, ma i cittadini si preoccupano”, quindi “l’impegno che mi sento di assumere è quello di fare di tutto nel venire incontro alle esigenze della gente”. La situazione resta “complicata per la diffusione delle sostanze stupefacenti, le intemperanze giovanili, per via dei tanti studenti, le possibili infiltrazioni mafiose e per l’ordine pubblico in occasione di manifestazioni sportive o grandi eventi che richiamano migliaia di visitatori” ha detto ancora Sbordone.

Un ultimo accenno anche all’emergenza sanitaria in atto nel Paese: “Si tratta di una questione talmente complessa che dire ‘siamo pronti’ sarebbe fuori luogo, la polizia e le forze dell’ordine daranno il loro contributo all’interno di un’organizzazione molto articolata chiamata a provvedere alla situazione e dare risposte ai cittadini”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento