menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quattro anni fa ci lasciava Stefano Bottini, il giorno di Pasqua una messa in sua memoria

Quattro anni fa, ci lasciava l’amico Stefano Bottini: giornalista, economista di vaglia, critico d’arte, fotografo, curatore di raffinate pubblicazioni in veste di autore-editore

Quattro anni fa, ci lasciava l’amico Stefano Bottini: giornalista, economista di vaglia, critico d’arte, fotografo, curatore di raffinate pubblicazioni in veste di autore-editore. Chi scrive ricorda con quanta generosità Stefano si precipitasse a fargli dono dei suoi bei libri, che abbracciavano temi di carattere artistico, naturalistico, architettonico.

Per non parlare degli splendidi e apprezzatissimi servizi d’arte sul “Giornale dell’Umbria”. Come fotografo, era in grado di proporre soluzioni geniali e di assoluta originalità, che spaziavano dal reale al metafisico. Tra i suoi raffinati prodotti, ricordo il calendario “Piazze d’Italia nel riflesso” e “Umbria in Mondotondo 2012”. Stefano era stato in grado di progettare uno speciale macchinario che gli consentiva di scattare foto su di una semisfera riflettente (denominato Mondotondo) con cui fotografava piazze e stadi.

Come editore, aveva pubblicato, in cinque anni, ben 12 libri fotografici, tra cui uno sullo Stadio Franchi di Firenze, uno sul Foro Italico in Roma e uno sulla Scarzuola (luogo esoterico come città ideale, progettata da Tomaso Buzzi, architetto del Novecento Milanese). Quel lavoro piacque così tanto a Vittorio Sgarbi che vi volle realizzare una mostra alla Triennale di Milano.

Alcune foto di Stefano sono esposte al Museo della Ferrari a Maranello e al Museo del Calcio a Coverciano. Grande successo ebbe “Riflessioni Illuminate”, presentata all’Archivio di Stato di Firenze. Oltre che per le doti professionali, Stefano era amatissimo da tutti per le sue prove di generosa umanità che lo portavano ad accorrere ovunque lo chiamasse l’amicizia. Stefano – una persona bella fuori e dentro – ci manca molto. Lo ricorderemo il giorno di Pasqua, alla chiesa di parrocchiale di San Marco, dove alle 9:00 si terrà una liturgia in sua memoria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento