menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Controlli dei Carabinieri in zona Quasar

Controlli dei Carabinieri in zona Quasar

Vie dello shopping, in azione gli specialisti dell'anti-borseggio: due denunciati "per spesa senza pagare"

Controlli a tappeto da parte dei Carabinieri nelle aree dello shopping con l'impiego di militari specializzati nell'anti-borseggio. Nella rete sono finiti due ladri

Controlli a tappeto da parte dei Carabinieri nelle aree dello shopping con l'impiego di militari specializzati nell'anti borseggio. Nella rete sono finiti due ladruncoli che hanno tentato di fare la spesa senza pagare ma gli è andata male. 

IL PRIMO FERMO  è stato di un marocchino di 30 anni che è stato beccato mentre aveva scassinato alcune auto in sosta in un'area di parcheggio. Dalla perquisizione è emerso che lo straniero aveva, poco prima, preso di mira anche un negozio di abbigliamento sportivo del centro storico, all’interno del quale aveva rubato un paio di scarpe.

Scende dall'auto, sfonda il vetro di un'altra, ruba e scappa: arrestato pregiudicato

Poi, accompagnato in caserma, il 30enne è completamente impazzito tentanto la fuga più volte. Non ha esitato a colpire con calci i militari. Per lui si sono aperte le porte del Carcere di Capanne per reati violenza e resistenza a pubblico ufficiale e tentato furto aggravato.

IL SECONDO MALVIVENTE, anche questo arrestato, dai Carabinieri aveva prelevato, sempre senza pagare, dei capi di abbigliamento da un negozio all'interno di un centro commerciale rimuovendo i dispositivi antitaccheggio. Il ladro, scoperto dal titolare, è stato fermato all'uscita dai Carabinieri che erano stati avvertiti dell'accaduto.  

Giovanissima, incinta, e con il vizio del furto: beccata con indosso i vestiti rubati

La refurtiva, del valore complessivo di 145 euro, è stata recuperata e restituita al responsabile della struttura commerciale, mentre il giovane, un 19enne di origine sudamericana, senza precedenti, è stato arrestato per furto aggravato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento