menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sanità, le future mamme non potranno più partorire ad Assisi, Pantalla e Trasimeno

La Giunta regionale ha predisposto il nuovo piano di riorganizzazione dei punti nascita in tutta la Regione dell'Umbria. Addio alle sale parto nei nosocomi del comuni più piccoli della nostra regione

Taglio netto ai punti nascita degli ospedali dell'Umbria. La Giunta regionale ha predisposto un piano - in via di approvazione poi in Consiglio regionale - per rispettare i parametri il decreto del Governo di dicembre del 2010. Niente più parti nei nosocomi di Assisi, Narni, Castiglione del Lago e Pantalla di Todi. Sono stati cancellati tutti i punti nascita con meno di 500 neonati venuti al mondo in media all'anno. 

I parti saranno effettuati unicamente negli ospedali dell’urgenza-emergenza. Il percorso di chiusura sarà graduale e vedrà realizzarsi un processo di integrazione dei punti nascita territoriali a partire da giugno 2014. Si salverebbe invece il punto nascita di Gubbio-Gualdo che era a rischio a taglio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento