Spaccio, al ristorante si fa il carico di droga: perugino fornitore del clan

I Carabinieri della Compagnia di Todi sono risaliti ad un giro di spaccio importante per la provincia e le discoteche di Perugia. Il clan acquistava droga tramite un ristorante a Deruta...

Nuova operazione anti-droga in provincia di Perugia portata avanti con successo dai Carabinieri della compagnia di Todi in collaborazione con le unità cinofile del nucleo di Firenze. E' stato scoperto e sgominato un clan dello spaccio gestito da un latitante bulgaro che aveva assoldato spacciatori che agivano nei territori di Todi, Marsciano, Fratta Todina e Deruta; gli stessi avevano anche una quota del mercato dell'ecstasy destinata allo sballo di due discoteche di Perugia.

Le ordinanze di custodia cautelari in carcere sono state tre, sei agli arresti domiciliari e altre tre con obbligo di dimora, più due denunciati per possesso di droga. Il blitz è scatta alle prime ore dell'alba ed ha visto protagonisti ben 80 militari che hanno eseguito un arresto anche a Mantova.  Partendo da una serie di furti a Marsciano si è arrivati ad intravedere un importante giro di spaccio di hashish e marijuana, ma anche cocaina e droghe sintetiche, come l'ecstasy, gestito da varie persone che "operavano autonomamente o in concorso tra di loro".

Un centinaio i clienti ascoltati dai militari: dai giovani studenti fino a ricchi commercianti.  All'apice dell'organizzazione c'era un bulgaro che aveva sotto spacciatori italiani, romeni e albanesi per rifornire i territori della Provincia. Inoltre un ternano di 43 anni era addetto al recupero credito di chi non pagava le dosi. La droga arrivava in prevalenza da un ristorante di Deruta gestito da un perugino di 32 anni in affari con il cognato 34enne di Torre Annunziata. Le dosi probabilmente raggiungevano l'Umbria direttamente dalla Campania ed avevano una caretteristica: hashish definito super polline per via della elevata percentuale di principio attivo. Altra droga arrivava sempre da un campano di 38 anni già agli arresti domiciliari. Le indagini continuano per arrivare ad altri affiliati e fornitori del clan.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 4 positivi a Passignano sul Trasimeno, il sindaco blocca eventi, feste e cerimonie

  • Tragedia in Grecia: a Solomeo l'ultimo saluto a Carlotta Martellini, fiore appassito troppo in fretta

  • L'ultimo saluto a Carlotta Martellini, il funerale fissato per sabato 1 agosto a Solomeo

  • Scooter parcheggiato davanti alla porta di casa per una notte intera: "Complimenti, il centro è tutto tuo"

  • Tragedia di Mykonos, Carlotta e la sua risata: il ricordo delle amiche. Il professore ai genitori: "Avete solo cercato la felicità di vostra figlia"

  • Coronavirus in Umbria, è un neonato il nuovo paziente ricoverato a Perugia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento