menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nel quadro l'impresa del funambulo

Nel quadro l'impresa del funambulo

Ripetere l'impresa "folle" del funambolo Strucinàide in centro: già contattato il principe degli equilibristi

E' questo l'obiettivo: fare di Perugia la capitale del Festival dell'equilibrismo e della giocoleria di strada. Ossia, un intero week end dedicato alle arti performative e circensi. L'iniziativa clou: la passeggiata sul filo nei cieli perugini... come tanti anni fa

Una proposta, anticipata per primo da Perugia Today, per fare di Perugia la capitale del Festival dell’equilibrismo e della giocoleria di strada. Ossia, un intero week end dedicato alle arti performative e circensi.

Inizialmente i ragazzi dell’Associazione “Fiorivano le viole” hanno espresso qualche imbarazzo perché si sentivano, per così dire, “scippati” dell’idea del loro festival che verte su temi analoghi. Ma Quintaliani e i suoi amici li hanno invitati a collaborare e, se vorranno, ad essere della partita. Una partita che verrà giocata a tutto campo, non in chiave competitiva, ma in una dimensione di ampia sinergia tra soggetti pubblici e privati della Vetusta, riuniti sotto la comune finalità di ridare voce e spazio economico al Centro, aumentandone l’appeal.

Quindi è stato contattato il principe degli equilibristi, un ardimentoso funambolo che risponde al nome di Andrea Loreni. L’artista si è dichiarato favorevolissimo a venire a Perugia: prima per una conferenza spettacolo e poi, eventualmente, per l’esibizione. Che avrà, tutto sommato, un costoperfettamente accessibile e ragionevole.

Ora Francesco Quintaliani ha realizzato un’opera che ripropone la storica cartolina, in cui si racconta per immagini l’impresa di Arturo Strohschneider capace di passeggiare arditamente su un filo teso tra la cattedrale e il palazzo dei Priori. E ripeté l’impresa più volte, a piedi e in bicicletta: ottanta metri di lunghezza, a trenta di altezza, mentre un’orchestrina intonava un’allegra marcetta.

L’artista perugino Quintaliani ha rifatto l’icona, nel suo modo brillante e colorato, e l’ha esposta presso la ex Banca di Mantignana, oggi Credito Cooperativo Umbro (foto in pagina). E la gente si ferma a guardare e a commentare. Affermano Quintaliani e i suoi amici: “Quell’esperimento – insieme a giocolerie diffuse nelle vie e nelle piazze del centro storico – si potrebbe ripetere, invitando specialisti da tutta Europa. Fungerebbe da elemento attrattivo e di sicuro interesse. In Italia, e in vari Paesi europei, questa idea  ampi echi mediatici. Capaci di attirare pubblico da molte parti d’Italia, non solo dalle regioni circonvicine.

Chi ne trarrebbe beneficio? “Il commercio, la città nel suo insieme. Potrebbero finanziarla le associazioni commerciali del centro storico, col patrocinio del Comune di Perugia”.

L’amministrazione comunale ha espresso – e autorizza a ripeterlo – una convinta adesione all’iniziativa. Anche perché si riproporrebbe un evento che tanto interesse suscitò oltre un secolo fa e che potrebbe oggi essere amplificato, tramite un’opportuna campagna di comunicazione dagli ampi echi mediatici. Capaci di attirare pubblico da molte parti d’Italia, non solo dalle regioni circonvicine.

Dal canto suo, Giuseppe Capaccioni, a nome dei commercianti del Centro storico, si è dichiarato favorevolissimo al progetto, che vede in modo molto positivo, al fine di una rivitalizzazione del commercio e della vita sociale perugina. L’evento potrebbe tenersi in settembre, col tempo favorevole e al rientro dalle ferie di tanti perugini. Una volta tanto, comunanza d’idee e condivisione di obiettivi: necessari presupposti per la riuscita dell’avvenimento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento