Propongono corsi di lingua porta a porta, ma è una truffa

Gli acquirenti si ritrovano ad aver sottoscritto un finanziamento da seimila euro al posto dell'iscrizione al corso

Occhio ai corsi di lingua proposti con il sistema del porta a porta. In genere nascondono una truffa: il malcapitato firma convinto di essersi iscritto al corso di lingua, invece ha sottoscritto un contratto con una finanziaria per pagare le lezioni. Seimila euro a contratto, comodamente rateizzabili.

Vittima della truffa una signora straniera, da poco residente a Perugia, che si è ritrovata con una ingente cifra da pagare dopo la visita di un addetto che le aveva proposto un corso di lingua.

La donna, assistita dall’avvocato Ilaria Iannucci, era da poco in Italia e non capiva ancora bene la lingua. Era in attesa di un corso organizzato dal Comune di Perugia per l’inclusione sociale. Quando ha bussato il venditore glielo ha chiesto espressamente. E quello ha risposto di sì.

Così la donna ha firmato, convinta di iniziare lo studio della lingua. Poco dopo, invece, sono arrivati i bollettini per pagare il corso a rate. Da qui la denuncia del raggiro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 3 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 2 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'1 dicembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento