Ospedale di Perugia, bambino di 15 mesi ingerisce batteria: task-force in azione per salvarlo

Due genitori si sono presentati al Pronto soccorso con il loro bambino che rischiava di morire

Momenti di autentico dramma all' ospedale di Perugia vissuti nella tarda serata di venerdì 13 novembre quando due genitori si sono presentati al Pronto soccorso con il loro bambino di soli  quindici mesi dopo che si erano accorti  che il piccolo aveva ingerito un corpo estraneo, una pila al litio. Veniva  immediata costituita una équipe di pediatri, gastroenterologi e anestesisti che trasferivano il piccolo paziente in sala operatoria : l'équipe era coordinata dal dottore Raffaele Manta che si è avvalso della collaborazione degli infermieri Fabio Nucciarelli e Diego Catoccio e gli anestesisti Prof. ssa Simonetta Tesoro e dott. Carla Giorgini.

Come viene riferito  in una nota dell' ospedale, il piccolo gia dopo l'estrazione della pila accusava le prime conseguenze del corpo estraneo per la fuoriuscita del litio che ha determinato una circoscritta gastrite. L’ intervento ė durato circa un.ora, ma il piccolo è stato dichiarato fuori pericolo, anche se dovrà restare per un breve periodo ricoverato presso la struttura di Pediatria diretta dal dott Giuseppe Di Cara. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cresima e comunione insieme, l'arcivescovo cambia tutto: niente padrini e madrine per tre anni

  • Boato nella notte, salta in aria la vetrina del negozio di Acqua&Sapone di Madonna Alta

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Bambina di 12 anni all'ospedale per mal di pancia, ma è incinta

  • Schianto in galleria: grave una mamma, ferite lievi per i figli che viaggiavano con lei

  • L'azienda umbra che batte la crisi: Molini Popolari Riuniti, il fatturato tocca i 67,5 milioni di euro

Torna su
PerugiaToday è in caricamento