menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nodo di San Marco, i cittadini cercano una risposta: "il progetto è fermo"

Il comitato attivo a San Marco ha promosso il percorso di partecipazione, insieme all'urbanista di ingegneria, professor Sartore, per capire i passi concreti che il Comune sta portando avanti

Perugia cerca una risposta certa in ordine alla nota vicenda del nodo di San Marco, un problema che non riguarda  solo la viabilità, ma attiene anche alla sicurezza delle persone e alla vivibilità del territorio.

Riassumendo in breve i passaggi: il Comune ha incaricato un urbanista della facoltà di ingegneria di seguire la vicenda, insieme a residenti e associazioni. Dice Francesco Casinini, uno dei più attivi promotori del comitato: “Dopo un anno di incontri pubblici e convinta partecipazione popolare, avvenuta attraverso varie modalità, si è pervenuti ad un progetto, pubblicamente presentato dal sindaco in luglio. Una soluzione e che ha indubbiamente riscosso molto consenso. Il progetto ha peraltro campeggiato per mesi sul sito istituzionale del Comune”.

“Da allora – aggiunge – si deve rilevare un arresto e tutto sembra rimasto in fase interlocutoria.Il comitato attivo a San Marco ha pertanto promosso il percorso di partecipazione, insieme all'urbanista di ingegneria, professor Sartore. L’ incontro ristretto cui, ovviamente, parteciperà l'assessore Prisco, si terrà sabato mattina”.

L'intento è quello di capire i passi concreti che il Comune sta portando avanti su questo fronte, ammesso che sulla questione si possano registrare concreti progressi. Sarà un’occasione di confronto fra tecnici, politici e abitanti coinvolti. L’auspicio è che il nodo di San Marco, così malamente concepito e pessimamente realizzato, possa trovare una sistemazione rispondente a criteri di sicurezza e agevole fruibilità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento