Indagato dalla Procura di Firenze il presidente del Tribunale fallimentare: sospetti su incarichi

Sequestrati fascicoli e copiate le memorie di computer e telefonini. Indagati anche professionisti perugini. Ipotesi: corruzione e concorso in corruzione

La Procura di Firenze ha iscritto nel registro degli indagati il giudice Umberto Rana, presidente della sezione fallimentare del Tribunale Civile di Perugia. L'accusa è quella di corruzione in atti giudiziari. Oltre al magistrato perugino, la Procura fiorentina sta indagando anche su altri professionisti:  un avvocato, due commercialisti e un consulente del lavoro. 

Nella giornata di ieri sono state effettuate perquisizioni sia al Tribunale Civile che in diversi studi e abitazioni a Perugia da parte degli agenti di Polizia Giudiziaria della Procura di Firenze. Sequestrati fascicoli e copiati dati da computer e telefonini. Secondo le accuse - ancora tutte da provare - il giudice Rana  avrebbe ricevuto "utilità per sé e per gli altri"  a riguardo di alcune nomine dei consulenti nell'ambito delle procedure fallimentari "in violazione anche al principio di rotazione" per gli incarichi. 

L'indagine fiorentina non riguardere solo il magistrato Rana e i 4 professionisti. Si parla, ma non ci sono certezze sui nomi, di almeno una decina il numero delle persone coinvolte e prossime o già iscritte al registro degli indagati. Le accuse variano da corruzione a corruzioni in atti giudiziari. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'avviso di garanzia va ribadito non è certo sinonimo di condanna ma è soltanto una informazione rivolta ai diretti interessati avvisati che si sta indagando su di loro. Sia il magistrato che i professionisti - fino ad oggi mai toccati da sospetti e inchieste - insieme ai loro pool di avvocati potranno dimostrare, nelle sedi giudiziare, la propria estraneità ai fatti. L'inchiesta si trova ancora nelle fasi iniziali e dovrà passare al vaglio del Tribunale di Firenze per verificare se ci sono gli elementi per un processo o per una archiviazione immediata. Come detto è ancora tutto da provare. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 4 positivi a Passignano sul Trasimeno, il sindaco blocca eventi, feste e cerimonie

  • Tragedia in Grecia: a Solomeo l'ultimo saluto a Carlotta Martellini, fiore appassito troppo in fretta

  • L'ultimo saluto a Carlotta Martellini, il funerale fissato per sabato 1 agosto a Solomeo

  • Scooter parcheggiato davanti alla porta di casa per una notte intera: "Complimenti, il centro è tutto tuo"

  • Tragedia di Mykonos, Carlotta e la sua risata: il ricordo delle amiche. Il professore ai genitori: "Avete solo cercato la felicità di vostra figlia"

  • Coronavirus in Umbria, è un neonato il nuovo paziente ricoverato a Perugia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento