rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cronaca Nocera Umbra

Tenta di bruciare viva la fidanzata che lo ha lasciato, chiesti 16 anni per l'ex violento

La giovane aveva riportato gravi ustioni. L'uomo è accusato di tentato omicidio

Sedici anni per aver tentato di uccidere la ex dando fuoco alla donna e alla sua abitazione. È quanto ha chiesto il pubblico ministero per l’imputato 25enne di origini albanesi Varoshi Hasan, contestandogli anche l’aggravante della premeditazione.

L’uomo, difeso dal legale Massimo Zaganelli, aveva tentato di dar fuoco alla ex fidanzata Alessandra all’interno della sua abitazione a Gaifana, tra Nocera e Gualdo Tadino. La giovane, che ha riportato ustioni gravi, si è costituita parte civile tramite l’avvocato Tiziana Fusaro chiedendo un risarcimento di 250mila euro, mentre i proprietari dell’appartamento bruciato si sono affidati all’avvocato Massimo Brazzi.

Secondo l’accusa il 30 gennaio del 2017 Varoshi era entrato in casa dell'ex compagna Alessandra minacciandola di morte e colpendola con un bastone. Per entrare nell’appartamento senza insospettire la giovane aveva interrotto l’erogazione di energia elettrica per disattivare allarme e sistema di sorveglianza. Con la ragazza per terra avrebbe sversato 25 litri di benzina n nell’appartamento, sui mobili del soggiorno, della camera da letto e della cucina e sulla giovane.

La scintilla che aveva provocato l’incendio era scaturita dalla rottura della batteria del cellulare della vittima. Alessandra ha riportato ustioni di secondo e terzo grado sul volto, sulle mani e sui piedi, una ferita da taglio all’addome e una lunga degenza a Genova, al centro grandi ustioni. L’ex compagno era stato rintracciato e arrestato in poco tempo. Attualmente si trova agli arresti domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta di bruciare viva la fidanzata che lo ha lasciato, chiesti 16 anni per l'ex violento

PerugiaToday è in caricamento