Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Interviene per sedare un litigio ma viene picchiato con un passeggino

L'uomo è stato condannato in primo grado. Oltre all'aggressione sembrerebbe aver lanciato dal quinto piano anche una bottiglia

Condannato in primo grado ad un anno di reclusione (pena sospesa) per minacce ad un anziano che intervenne probabilmente per sedare un litigio. Secondo quanto ricostruito in aula di giustizia di Perugia, l’uomo, in seguito all’aggressione subita (un passeggino scagliato contro di lui)  riportò contusioni e ferite agli arti. Ma non finisce qui. Parole come “Tiro fuori il coltello, ti faccio vedere chi sono io” e ancora “ti brucio la macchina”, costrinsero l’anziano all’intervento della polizia.

L’uomo infine- secondo le testimonianze ascoltate in aula- sembrerebbe aver lanciato dal quinto piano una bottiglia di vetro, fortunatamente senza ferire nessuno.  Un’altra bottiglia invece, direttamente sul parabrezza dell’auto dell’anziano, spaccandogli il vetro.

Il giudice ha emesso nei confronti dell’imputato la condanna di un anno di reclusione, pena sospesa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Interviene per sedare un litigio ma viene picchiato con un passeggino

PerugiaToday è in caricamento