menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ridotta a schiava del sesso, condannati gli aguzzini: sarà risarcito anche il Comune di Perugia

La giovane, che denunciò i suoi aguzzini, fu ospitata in una struttura protetta a Perugia. Oggi la sentenza e il risarcimento per il Comune di Perugia

Contro lo sfruttamento della prostituzione, scende in campo anche il Comune di Perugia, parte civile nel processo che vede coinvolti 5 imputati, nell’ambito dell'operazione portata avanti dai carabinieri di Assisi, contro lo sfruttamento e la riduzione in schiavitù. le indagini iniziarono dopo che una giovane trovò il coraggio di denunciare i suoi aguzzini. 

Oggi il giudice ha letto la sentenza con le condanne dei cinque imputati coinvolti, e ha stabilito il risarcimento per il Comune di Perugia a 2.700 euro per danno patrimoniale e 10mila euro per danno non patrimoniale (di immagine) La giovane vittima, in seguito alla denuncia, fu ospitata in una struttura protetta nel comune di Perugia. 

Sfruttata e ridotta in schiavitù per farla prostituire: condannati alla galera cinque imputati

La sentenza arriva dopo qualche anno dal processo che vide coinvolti un gruppo di rumeni in un giro di sfruttamento a carico di una donna, che era stata portata in Italia ma costretta poi a vendersi. L’indagine dei carabinieri, chiamata operazione Christmas, portò all’arresto di una vera e propria banda. Oggi la sentenza in primo grado per gli imputati, oltre che il risarcimento per il Comune.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento