menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allarme processionaria sul Subasio e in tutta l'Umbria: pericolo per uomo e animali

I nidi della specie più diffusa, la processionaria del pino, si presentano in forma di grosse masse bianche

Allarme processionaria sul Monte Subasio e in tutta l’Umbria, ovvero le larve delle farfalle altamente urticanti e possono provocare gravi reazioni allergiche e infiammatorie sia negli animali che nell'uomo.
 

I nidi della specie più diffusa, la processionaria del pino, si presentano in forma di grosse masse bianche o marroncino chiaro, sericee e globose, localizzate soprattutto nei rami più alti ed esterni, vengono costruiti in inverno tra dicembre e febbraio e questo è il momento potenzialmente più pericoloso dal punto di vista sanitario, poiché i peli urticanti presenti sul corpo dei bruchi si staccano facilmente e possono essere trasportati anche dal vento. 
I nidi della processionaria della quercia invece hanno forma appiattita e possono essere localizzati alla base delle piante, lungo il tronco oppure sui rami principali. 

La raccomandazione è di tenere gli animali lontani dai bruchi e dai nidi, per evitare loro delle orribili conseguenze.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento