menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Meteo, pausa dall'inverno in Umbria: "Temperature in aumento, poi freddo in quantità"

“Sull’Umbria ancora un po’ di nubi nelle prossime 24/36 ore specie lungo l’Appennino, ma tenderà a prevalere il sole con un po’ di tramontana e temperature in aumento”. Sono queste le previsioni pubblicate dal sito specializzato Umbria Meteo: “Da giovedì 8 dicembre con l’ulteriore aumento della pressione anche sulla nostra regione, i venti si attenueranno sensibilmente ed al contempo aumenterà la stagnazione dell’aria e l’umidità nelle valli con nebbie soprattutto durante la notte ed al mattino. Le temperature aumenteranno fino a portarsi su valori di almeno 5°C superiori alle medie del periodo, ciò significa temperature massime superiori ai 15°C, probabilmente sabato 10 dicembre la giornata più calda”. 

Neve in Umbria: i primi fiocchi a Gubbio,Gualdo, Assisi e Perugia

E ancora: “Successivamente, durante la seconda decade del mese di dicembre, le attuali prospettive sono orientate verso un generale raffreddamento dell’atmosfera, ancora però è da stabilire quanto potrà essere consistente questo ritorno del freddo. Sulla base di osservazioni dell’evoluzione atmosferica su più ampia scala, sia in termini emisferici che per quanto riguarda la colonna d’aria atmosferica che va dalla più bassa troposfera alla più alta stratosfera, sembra quasi acquisita, in termini probabilistici, una notevole ondulazione della corrente a getto nord atlantica che andrebbe a produrre un promontorio anticiclonico sopra l’Europa centro occidentale. Contemporaneamente un ampio lobo del Vortice Polare andrebbe ad interessare gran parte dell’Europa orientale andando a creare un vasto bacino di aria fredda dalle sponde slave dell’Adriatico alla Russia, quindi ad un passo dall’Italia. A quel punto, quindi, in base a quanto e soprattutto come ruoterà in senso antiorario, secondo una dinamica naturale, il promontorio di alta pressione presente sopra l’Europa centro occidentale, sull’Italia le correnti sul bacino centrale del mar Mediterraneo si orienteranno da nord est favorendo l’afflusso di aria fredda o molto fredda sull’Italia. Tale ipotetica fase fredda invernale potrebbe risultare anche intensa e prolungata, con inizio intorno a martedì 13 dicembre e termine verso martedì 20 dicembre”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento