Bocconi killer per far strage di cani nelle aree verdi a Perugia: scatta l'ordinanza del sindaco

Dopo le analisi effettuate su campioni di esche trovate in due zone del perugino e la morte di un cane - a causa della stessa sostanza di quella analizzata -, il sindaco ha avviato la bonifica. L'appello ai proprietari di animali domestici

Dal 18 febbraio scorso, con tanto di ordinanza del sindaco Andrea Romizi, i padroni di cani o di altri animali domestici hanno l'obbligo dell'uso della museruola sulle aree di Pretola e Montelaguardia. C'è una reale e serissima emergenza in questi due territori per i bocconi avvelenati piazzati come esca da anonimi killer di animali. Museruola e massima attenzione su aree verdi, parchi, parcheggi pubblici e spazi liberi.

Il sindaco ha redatto l'ordinanza comunale dopo che l'UslUmbria1, ha verificato la presenza di sostanze tossiche su campioni di esche rinvenute in grande quantità proprio a Pretola e a Montelaguardia. La medesima sostanza mortale e stata rinvenuta sul "campione costituito da contenuto gastrico di un cane" morto avvelenato nell'area Nord di Perugia. In mezzo alla carne macinata viene introdotta sistematicamente la metaldeide, sostanza tossica per ingestione, per contatto e per inalazione; più comunemente viene chiamata lumachicida.

SCARICA L'ORDINANZA DEL SINDACO: Ordinanza137_18-02-2016_Esche-2

Oltre ai cartelli per segnalare le aree a rischio e le restrizioni per i proprietari di cani e altri animali domestici, il sindaco Romizi ha predisposto una speciale task-force per la bonifica delle aree a rischio. In campo sono scesi: gli agenti della polizia provinciale, della municipale,le guardie giurate volontarie e le guardie ecologiche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stando all'ordinanza i cittadini devono: condurre gli animali domestici, nelle zone indicate, provvisti di museruola o altro presidio idoneo ad scongiurare il rischio di ingestione di esche o bocconi avvelenati; nel caso di rinvenimento di esche o bocconi sospetti di usare tutte le cautele necessarie ad evitare il contatto con le stesse e avvisare tempestivamente la UslUmbria, Dipartimento di Prevenzione, UOS Igiene Urbana e Prevenzione del Randagismo. 

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso per l'assunzione di 2133 funzionari della pubblica amministrazione: il bando

  • Umbria, tragedia a Terni: trovati morti a 15 e 16 anni, indagini in corso

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Umbria, Flavio e Gianluca morti dopo un mix di droghe: parlano i genitori

  • Omicidio Polizzi, la Cassazione scrive la parola fine: i Menenti tornano in carcere, Riccardo per sempre

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 12 luglio: due nuovi positivi, aumentano gli isolamenti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento