Bambinello del presepe rubato da due studenti, beccati: ecco la decisione del giudice

Entrambi finiti a giudizio per furto aggravato in concorso dopo aver rubato, dal presepe allestito in Piazza IV Novembre, la statuetta di Gesù Bambino

immagine d'archivio

L’accusa, per due ex studenti fuori sede dell’Università, è di furto aggravato in concorso per avere rubato la statuetta di Gesù Bambino esposta nelle logge di San Lorenzo, in piazza IV Novembre, per le festività natalizie dell’anno 2014-15. Ua statuetta del presepe donata dalla Caritas di Deruta alla Diocesi perugina. 

Un furto particolarmente odioso, visto il simbolo “trafugato” nel gennaio 2015 nel cuore del centro storico di Perugia e che portò, a seguito della denuncia, al decreto di citazione diretta a giudizio a carico dei due giovanissimi. Scattate le indagini e attraverso l’ausilio delle immagini di videosorveglianza, i carabinieri riuscirono ad individuare i due responsabili, mentre la statuetta con l’immagine sacra del Gesù bambino, fu rinvenuta all’interno dell’abitazione di uno degli studenti, entrambi provenienti da fuori regione. 

Il legale dei due imputati – l’avvocato Andrea Galmacci – ha chiesto e ottenuto la sospensione del procedimento penale con messa alla prova, concessa questa mattina dal giudice del tribunale di Perugia. La messa alla prova è subordinata alla prestazione di lavoro di pubblica utilità e nella prossima udienza (in programma lunedì) verranno stabilite tempistiche e modalità con cui i due giovani dovranno prestarsi ai lavori socialmente utili per “estinguere” il loro debito con la giustizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 3 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 2 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'1 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • La Liguria ritorna in zona gialla mentre l'Umbria resta arancione: eppure i dati parlano chiaro, situazione migliore da noi...

Torna su
PerugiaToday è in caricamento