menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Porta Pesa, l'attraversamento che "non c'è": pedoni a rischio tutti i giorni

Porta Pesa, Arco dei Tei e dintorni: “Attraversare la strada in questo punto è un terno al lotto”

Porta Pesa, Arco dei Tei e dintorni: alla ricerca dell’attraversamento “che non c’è”. “Attraversare la strada in questo punto è un terno al lotto”, parola di cives perusini.  Lo ripetono da mesi i residenti della Pesa e di Corso Bersaglieri, di via Pinturicchio e via del Roscetto. Quelli dell’Associazione Borgo S. Antonio lo vanno replicando come un mantra.

Ma si lamentano anche i genitori di bambini e ragazzi che frequentano intensamente il polo scolastico complesso (comprendente l’elementare Ciabatti, la media Foscolo e la materna Santa Croce). “Il fatto è – spiegano – che il doppio semaforo è inutile, tanto che quello di sinistra, con la tenda del bar abbassata (circostanza frequente con l’arrivo della bella stagione) non si vede proprio. Allora, che ce l’hanno messo a fare?”. “Oltre a questo – aggiungono – le strisce pedonali sono completamente svanite e non si vede il verso di rifarle”

“Il pericolo – aggiunge un residente – è legato al fatto che quando è rosso verso lo slargo, è verde quello in discesa, per i mezzi pubblici, da via Pinturicchio. Insomma, come vada, verde sopra o sotto che sia, ai pedoni non tocca mai. Se attraversano, lo fanno a proprio rischio e pericolo. Farlo, poi, come adesso accade, alla svelta e ‘alla traditora’ rende il rischio maggiore”.

“Tempo fa – dice uno dei gestori del bar Uno + Uno – poco c’è mancato che un ragazzino ci rimettesse la pelle!”. Quale, dunque, la soluzione? “Rifare le strisce bianche ben visibili, istituire un attraversamento a chiamata che sospenda il flusso ininterrotto dei veicoli, da sopra e da sotto”. Semplice, no?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento