Cronaca

Pordenone, trovato il corpo senza vita dell'escursionista eugubino

Nonostante gli sforzi da parte dei soccorritori non c'è stato nulla da fare

E' stato ritrovato senza vita il corpo del 40enne eugubino, Pierpaolo Filippini, scomparso dal pomeriggio di domenica sulle montagne dell'Alpago, in provincia di Pordenone. Dalle prime informazioni, sembra che il 40enne sia stato ritrovato in fondo ad un burrone sul versante sud del Cimon dei Furlani, sopra Piancavallo. Pierpaolo da poco era domiciliato in Friuli dove aveva trovato lavoro in un'azienda di restauro. L'allarme era scattato dopo che non aveva più dato notizie ai genitori, residenti a Gubbio, dopo un'escursione nel fine settimana. 

Nel pomeriggio le ricerche erano state spostate sui sentieri in quota, controllando i canaloni più profondi. Un'ottantina le persone impegnate: 35 tecnici del Soccorso Alpino, Vigili del Fuoco con le squadre dei Soccorritori Alpino Fluviali, Guardia di Finanza, Carabinieri, Protezione Civile, Polizia Locale di Udine con i droni, otto Unità Cinofile dei vari corpi (Soccorso Alpino, Protezione Civile, Vigili del Fuoco). 

L'uomo ha probabilmente deciso di risalire quel versante abbandonando il sentiero della cosiddetta "Passeggiata del Tornidor" per percorrere un canale costituito da tratti erbosi e roccette che diventa progressivamente più ripido. Il canale non è un percorso segnato, raggiunge pendenze di 45 gradi e in inverno è soggetto a valanghe.

Il medico del Soccorso Alpino, condotto sul posto, ha effettuato la constatazione del decesso e il magistrato di turno a Pordenone ha autorizzato la rimozione della salma. Il recupero, abbastanza complesso, è avvenuto con l'aiuto di altro personale tecnico del Soccorso Alpino che ha caricato l'uomo sulla barella per issarlo sul velivolo in hovering: in tutto l'elicottero ha effettuato tre rotazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pordenone, trovato il corpo senza vita dell'escursionista eugubino

PerugiaToday è in caricamento