menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Via del Mandorlo transennata dopo la sparatoria

Via del Mandorlo transennata dopo la sparatoria

Ponte Valleceppi, spara al figlio, all'ex e ad un'amica: "Il suo obiettivo era ucciderli tutti"

La Beretta aveva il caricatore pieno. Dopo l'ennesima lite e il telefono rimasto muto ha deciso di punire l'ex e forse anche il figlio. La ricostruzione della sparatoria avvenuta il 5 luglio alla periferia di Perugia

Ilaria Abbate portava in braccio, quasi per proteggerlo durante l'ennesima lite, il figlio di due anni quando Riccardo Bazzurri ha sparato due colpi in serie colpendo il piccolo e lei alla testa. Il tutto da una distanza di pochi metri e quando la ex è entrata di entrare nell'auto di un'amica sistemandosi sui sedili posteriori. Poi la pistola Beretta è stata rivolta contro l'altra Ilaria Toni di 10 anni più grande della giovane mamma  che era alla guida dell'auto ma non è riuscita a partire e dopo il colpo le chiavi sono finite sul tappetino. In totale, secondo i carabinieri, 4 colpi ufficiali. Eh già perchè poi l'aggressore si è sparato alla tempia stramazzando al suolo in un lago di sangue.  Quando sono arrivati i primi soccorsi la situazione era apparsa subito disperata ma tutti e 4 ancora respiravano. Per loro anche a distanza di 24 ore ci sono flebili speranza di salvezza.

Riccardo e Ilaria si erano lasciati a settembre. Ma l'uomo non si rassegnava alla fine della relazione e soprattutto alla "perdita" del figlio a cui era molto legato. Per questo spesso ha cercato di far cambiare idea alla 24enne anche in maniera brusca ma senza riuscirvi. Il 5 luglio l'ennesima sceneggiata e il sospetto che l'ex compagna si fosse già impegnata in una nuova storia sentimentale. Ilaria aveva deciso quindi di non rispondergli più al telefono per un po'. E così ha fatto la domenica mattina. Riccardo a quel punto ha deciso di raggiungerla in via del Mandorlo dove abitava l'amica sapendo che era lì l'appuntamento per una giornata al mare. Non voleva parlare stavolta: aveva però già deciso quello che doveva essere il finale: la beretta con il caricatore pieno, la pagina di Fb cancellata e la follia criminale che si era impossessato della sua testa e anima.

VIDEO: IL RACCONTO DEL TESTIMONE

Ancora una lite, ancora la giovane mamma che cerca di far finta di niente sperando che l'incubo duri poco e che la giornata al mare riporti un po' di pace per lei e suo figlio. Ma Riccardo spara 4-5 volte. Quell'arma - una calibro 9 - era detenuta regolarmente per uso sportivo.  L'unica incertezza al momento è quella se Riccardo volesse sparare anche al figlio oppure i colpi erano rivolti solo all'ex compagna.  Gli amici della coppia sapevano del momento difficile e sapevano anche Riccardo stava scivolando lentamente verso il baratro tanto da non essere più lui neanche sul lavoro. "Voleva di sicuro uccidere": è stato l'unico commento rilasciato dal Pm Manuela Comodi che dovrà ricostruire questa nuova follia.

BOLLETTINO MEDICO - Dal Santa Maria della Misericordia trapelano notizie incoraggianti per Ilaria Toni, ingegnere di 34 anni, amica dell'altra Ilaria e anche lei bersaglio della follia di Riccardo Bazzurri. Sarebbe fuori pericolo ed ha fornito particolari importanti agli inquirenti.

DALL'OSPEDALE MEYER - Da 24 ore si trova a Firenze il piccolo di 2 anni a cui il padre ha sparato alla testa. La situazione resta molto delicata e ci vorrebbe un miracolo.

DALL'OSPEDALE DI PERUGIA - L'aggressore e l'ex compagna lottano ancora tra la vita e la morte dopo un lungo intervento chirurgico alla testa. Le condizioni sarebbero disperate. Fondamentale le prossime 48 ore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giro d'Italia 2021, tre tappe in Provincia di Perugia: "Disagi alla viabilità ripagati dalla visibilità offerta al nostro territorio"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento