Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Sale sul corrimano del ponte sul Tevere per suicidarsi: giovane donna salvata da due militari

L'allarme è stato lanciato da una residente che ha visto la ragazza disperata sul ponte

Una donna di 35 anni ha tentato il suicidio a Ponte San Giovanni dopo essere salita su un ponte con l'obiettivo di buttarsi nel Tevere da un'altezza di 20 metri. La presenza della donna non è passata inosservata: una residente ha lanciato l'allarme per salvarla dopo che la donna era in piedi sul corrimano del ponte. Sul posto sono arrivati sia i Carabinieri che una pattuglia della Guardia di Finanza: i militari hanno studiato velocemente una strategia per distrarre la donna e poi portarla via dal corrimano.

E così è andata: un carabiniere e un finanziere, mentre i colleghi tentavano di farla desistere dall’insano gesto, con un gesto repentino, sono riusciti ad afferrarla, e quindi a trarla in salvo e a scongiurare il suicidio. La donna è stata affidata ai sanitari del “118” per le cure del caso all'ospedale di Perugia. Alla base del comportamento della 35enne la disperazione per aver perso la custodia di un figlio portato in una comunità protetta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sale sul corrimano del ponte sul Tevere per suicidarsi: giovane donna salvata da due militari

PerugiaToday è in caricamento