Porta il bambino a scuola e le sfondano il vetro dell'auto: si scatena la furia dei cittadini

Più il danno che la beffa, dato che all'interno del portafoglio si trovavano solo i documenti. La donna ha denunciato l'accaduto ai carabinieri

Il racconto arriva direttamente da un lettore di PerugiaToday.it che ha voluto rendere noto l'ennesimo furto a Ponte San Giovanni. “Sono stati sufficienti 5 minuti, il tempo di far scendere il bambino, lasciarlo all'ingresso dell'asilo e tornare all'auto parcheggiata proprio davanti alla scuola, per rompere il vetro del finestrino e portare via una borsa lasciata sul sedile anteriore”.

“Il tutto – spiega sempre il nostro lettore - è successo pochi minuti dopo le otto davanti all'asilo e alla scuola elementare di via Pieve di Campo quando c'era il via vai di genitori e nonni ad accompagnare a scuola i più piccoli e gli alunni. Amara sorpresa per la signora che non credeva ai suoi occhi. Ovviamente i ladri o il ladro non si sono fatti scrupolo dell'andirivieni delle persone tra la scuola e le auto parcheggiate, per pochi minuti, in via Pieve di Campo, proprio di fronte alla Fonte di San Francesco. Infischiandosi anche della presenza del volontario, con tanto di casacca, fischietto e paletta addetto al passaggio pedonale di fronte alla scuola”.

Ma il racconto non finisce qui: “Nella borsa non c'era denaro ma solo documenti ed effetti personali. Un danno notevole comunque per la proprietaria e un colpo maldestro per il ladro. Una pattuglia di vigili urbani di passaggio ha verificato il fatto e la signora ha sporto denuncia ai carabinieri”.

Dal furto alla denuncia: “Quindi, ora, oltre agli spacciatori, abituali frequentatori delle vicinanze delle scuole, ci si mettono pure i ladri a fare danni e a creare problemi a genitori e bambini proprio all'ingresso di luoghi in cui si insegna sì la cultura, ma anche il rispetto per il prossimo. Un “prossimo” che se anche individuato e denunciato se la cava, tranquillamente, con un sorriso e una spalluccia magari direttamente nei confronti delle forze dell'ordine o di chi subisce furti e danni. C'è da riflettere su certe leggi, su certe leggerezze, su certe “chiusure di occhi” che, guarda caso, favoriscono sempre i delinquenti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cresima e comunione insieme, l'arcivescovo cambia tutto: niente padrini e madrine per tre anni

  • Pizza a lievitazione naturale, ecco le migliori pizzerie di Perugia

  • Boato nella notte, salta in aria la vetrina del negozio di Acqua&Sapone di Madonna Alta

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Bambina di 12 anni all'ospedale per mal di pancia, ma è incinta

  • Omicidio Polizzi, libero il killer Menenti. Il fratello della vittima pubblica le foto del cadavere: "Ecco come lo ha ridotto"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento