menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stazione Ponte San Giovanni, la continua lotta fra degrado e incuria: "Spettacolo desolante"

Degrado alla stazione ferroviaria di Ponte San Giovanni: la commissione urbanistica approva l’ordine del giorno del consigliere Mori

Degrado alla stazione di Ponte di San Giovanni, a causa della presenza di vegetazione infestante che anche in passato ha causato  il proliferare di insetti, topi e rettili. "Una situazione insostenibile, specie per questioni di sicurezza". Sottolina il consigliere del Pd Emanuela Mori, che aggiunge: "Esprimo soddisfazione per l’approvazione del mio Ordine del giorno, da parte della Commissione urbanistica odierna. Con questo atto, ho inteso portare al centro del dibattito la situazione dello scalo ferroviario di Ponte San Giovanni: i residenti del quartiere, uno dei più popolosi della nostra città, ed i pendolari che usufruiscono dei servizi ferroviari, si trovano a sopportare da diversi anni i lavori di ammodernamento".

"Come se non bastasse, le condizioni di alcune aree della stazione appaiono periodicamente piuttosto desolanti: la presenza di vegetazione infestante e di un canneto che ha raggiunto anche 6 metri di altezza, ha già provocato in passato il proliferare di insetti, topi e rettili, determinando una situazione insostenibile, specie per questioni di sicurezza". Ho accolto dunque positivamente le risposte fornite nel corso della discussione da parte dei rappresentanti di RFI e del dirigente comunale Ing. Naldini, intervenuti stamani".

"Benché siano intercorsi diversi mesi dalla presentazione del mio Ordine del giorno (risalente al mese di settembre 2016) ad oggi, e da allora alcune delle criticità evidenziate siano state sanate, ho ritenuto molto utile aver affrontato la situazione della Stazione di Ponte San Giovanni a tutto campo. Nel corso della seduta odierna ho avuto modo di sollecitare e ottenere l’impegno di RFI a monitorare le condizioni dello scalo di Ponte San Giovanni e delle aree immediatamente limitrofe non interessate dai lavori anche per il futuro, soprattutto per quanto riguarda la lotta al degrado ed alla incuria, come comprensibilmente richiesto dai residenti della zona. L’area richiede costantemente puntuali interventi di bonifica della vegetazione infestante, nonché la rimozione dei relativi residui".

"Dalla discussione sono emerse inoltre informazioni aggiornate rispetto ai lavori di riqualificazione, attualmente in corso: ripresi recentemente, stanno procedendo per fasi funzionali; tuttavia, la gran parte delle opere saranno terminate entro la fine del 2018, con uno slittamento dei tempi inizialmente previsti".

"In attesa che il mio Ordine del giorno venga affrontato dal Consiglio comunale - conclude la consigliera - seguiterò a controllare la situazione dello scalo ferroviario in questione e ad accogliere eventuali nuove segnalazioni da parte dei cittadini. Stiamo parlando di una tra le stazioni più frequentate della nostra regione, nonché di uno dei più importanti biglietti da visita della nostra città: pertanto merita la giusta attenzione e cura da parte degli enti interessati".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento