menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio: le buche in città

Foto di repertorio: le buche in città

Ponte San Giovanni, tra buche e "dune" d'asfalto: "La Parigi-Dakar si faccia da noi"

Un gruppo di residenti hanno ironizzato lanciando un appello agli organizzatori della famosa corsa "estrema" in corso di svolgimento quest'anno in argentina. La situazione del manto stradale è ormai al limite della percorribilità

Un gruppo di cittadini di Ponte San Giovanni hanno indirizzato un invito agli "organizzatori della Parigi-Dakar" per un sopralluogo in provincia di Perugia per proporre la partenza della prossima edizione. Come si sa la storica e massacrante gara dall'Africa si è trasferita in Argentina ma ora si offre la possibilità del “prologo” su un tracciato accidentato tra Ponte San Giovanni e San Martino in Campo. 

Lo sterrato fangoso lungo la sponda destra del Tevere e le buche della strada del Molinaccio offrono valide garanzie di difficoltà e pericolosità: elementi essenziali e insostituibili di una manifestazione sportiva come la Parigi-Dakar. C'è da sperare solo che, nel frattempo, chi di dovere non provveda a coprire le vaste e profonde buche del tracciato stradale per evitare eventuali ulteriori danni alla carreggiata da parte degli automezzi in gara e il “collasso” derivante alla circolazione dalla presenza dei circa 400 equipaggi solitamente iscritti alla Parigi-Dakar, non considerando tutti gli altri mezzi di supporto alle auto, moto e camion in gara. 

La strada del Molinaccio è fiancheggiata da decine di capannoni industriali ed è molto transitata da autovetture e camion diretti nei magazzini e negli uffici delle aziende e sarebbe veramente un “bum” avere il transito di un evento di risonanza internazionale con conseguenti benefici per il turismo e di conseguenza per l'economia che, in momenti come questi, non sarebbero da sottovalutare. Comunque se nel frattempo la strada del Molinaccio fosse sistemata a dovere i cittadini hanno delle proposte alternative per altri eventi sportivi da ospitare nella zona e che richiedano percorsi più agibili e meno pericolosi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento