Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Uno degli storici capi-clan dello spaccio spedito in carcere per espiare una pena di sei anni: denunce e reati dal 2002

A suo carico è stata emessa anche una multa di 12mila euro

Uno dei boss dello spaccio perugino che da oltre 19 anni ha commesso reati in serie, solo in parte i processi sono diventati sentenze definitive, dovrà scontare una condanna rilevante - destinata ad aumentare nel futuro prossimo dato che sono in corso altri procedimenti penali - dopo l'ordine di carcerazione emesso della Procura della Repubblica. Il 45enne tunisino è stato condannato quasi sei anni di reclusione per i reati in materia di stupefacenti commessi, in questo capoluogo, tra il 2002 e il 2006. Il pusher è ancora oggi uno dei capi-clan tunisini che gestiscono diverse piazze dello spaccio tra cui Fontivegge e i Ponti, e in precedenza in centro storico (Piazza Grimana e via dei Priori). A suo carico è stata emessa anche una multa di 12mila euro. Non è stato facile rintracciarlo, ma alla fine grazie ai controlli quotidiani dei carabinieri di Ponte San Giovanni il 45enne è stato individuato e subito trasferito in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uno degli storici capi-clan dello spaccio spedito in carcere per espiare una pena di sei anni: denunce e reati dal 2002

PerugiaToday è in caricamento