Cronaca

Ponte Rio, terminati i lavori alla Gesenu: arginati i cattivi odori e impatto estetico degli impianti rispettoso del territorio

l Sindaco Andrea Romizi, l’Assessore Otello Numerini e il Direttore di Auri Giuseppe Rossi hanno visitato l’impianto GESENU di Ponte Rio al termine dei lavori di “Adeguamento alle BAT e modifica impianto di depurazione e smaltimento rifiuti liquidi”

Ieri pomeriggio, il Sindaco del Comune di Perugia Andrea Romizi, l’Assessore all’Ambiente, alle Aree Verdi, ai Lavori Pubblici e alle Infrastrutture del Comune di Perugia Otello Numerini, il Direttore di Auri Giuseppe Rossi hanno effettuato una v

Visita di cantiere al polo impiantistico di Ponte Rio, al termine dei lavori di “Adeguamento alle BAT e modifica impianto di depurazione e smaltimento rifiuti liquidi”. Nello stabilimento di Ponte Rio sono stati ricevuti dal Presidente GESENU Wladimiro De Nunzio, dal Consigliere Delegato Luciano Piacenti, da alcuni componenti del CDA e dal collegio sindacale erugia Andrea Romizi, l’Assessore all’Ambiente, alle Aree Verdi, ai Lavori Pubblici e alle Infrastrutture del Comune di Perugia Otello Numerini, il Direttore di Auri Giuseppe Rossi. 

La delegazione è stata guidata dalla Direzione Operativa GESENU nella persone degli ingegneri Massimo Pera e  Alessio Lutazi che hanno illustrato i rilevanti lavori di ammodernamento ed implementazione impiantistica realizzati, al fine di minimizzare ulteriormente gli impatti con nuovi e moderni presidi ambientali, valorizzare il ciclo di trattamento dei rifiuti con elevate rese di recupero dei materiali grazie all’efficientamento di tutte le linee produttive, ottimizzare la logistica di impianto e recuperare le strutture esistenti con una riqualificazione paesaggistica dell’intera area.

Unanime è stata la soddisfazione per gli interventi realizzati, il cui costo complessivo è stato di circa 8,5 milioni di euro e che hanno riguardato principalmente l’adeguamento alle BAT dell’impianto di depurazione reflui e trattamento rifiuti liquidi con riconversione dell’impianto esistente in impianto di depurazione con tecnologia SBR; l’adeguamento dell’impianto di selezione dei rifiuti indifferenziati con la completa riconfigurazione della linea di selezione, l’installazione di nuove apparecchiature di processo, la realizzazione di nuovi impianti elettrici e sistemi di automazione e controllo, l’inserimento di nuovi presidi ambientali quali un sistema di trattamento formato da biofiltro e torri di lavaggio; l’adeguamento dell’impianto di selezione rifiuti da raccolta multimateriale e valorizzazione di plastiche e metalli con la completa riconfigurazione e potenziamento della linea, importanti interventi di ripristino strutturale e di inserimento di nuovi presidi ambientali con un sistema di aspirazione aria localizzata; la costruzione di un edificio dedicato alla trasferenza del rifiuto organico da raccolta differenziata FOU con relativi presidi ambientali dedicati (bussole compartimentali e sistema trattamento aria con biofiltro e torre di lavaggio).

«La finalità di tali interventi – ricorda l’Azienda - è stato quello di incrementare i presidi ambientali per la mitigazione degli impatti prodotti, efficientare le linee produttive, ottimizzare la logistica d’impianto e promuovere il recupero e la completa riqualificazione architettonica degli edifici presenti al fine di armonizzare la presenza di questo importante polo impiantistico nel contesto paesaggistico alle porte del centro storico del capoluogo»

Il risultato dei lavori non riguarda solo gli aspetti tecnici ma anche l’assoluta assenza di cattivi odori e l’impatto estetico di grande valore e nel rispetto del contesto paesaggistico dove l’impianto è collocato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte Rio, terminati i lavori alla Gesenu: arginati i cattivi odori e impatto estetico degli impianti rispettoso del territorio

PerugiaToday è in caricamento