menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Evade dai domiciliari, tenta di ingoiare l'eroina, picchia i poliziotti e spaccia: arrestato

Ancora una volta delirio a Fontivegge: stanata coppia di pusher, succede di tutto

Ancora una volta delirio a Fontivegge. Durante i controlli straordinari del territorio disposti dal Questore di Perugia Francesco Messina nella zona dell'Ottagono, gli agenti della polizia hanno fermato due stranieri, sorpresi in via Simpatica. I due, alla vita della pattuglia, hanno provato a darsela a gambe, nascondendosi nelle viuzze. Ma non sono andati lontano. I poliziotti li hanno seguiti e bloccati. Da qui in poi, il delirio. Uno dei due, un tunisino di 23 anni, ha subito dichiarato di essere sottoposto ai domiciliari proprio nello stabile nel quale era entrato. Insomma, ha ammesso l'evasione.

Ma è solo l'inizio: durante la perquisizione, il ragazzo ha tentato di ingoiare un involucro delle dimensioni di una pallina da golf. Bloccato immediatamente dai poliziotti, l’uomo ha reagito gettando a terra la pallina. Dentro, come appurato dagli operatori della polizia scientifica, quasi u grammo di eroina. Poi ha aggredito e picchiato i poliziotti, finché non è stato ammanettato.

Nelle tasche dell'altro, un marocchino, i poliziotti hanno trovato hashish per oltre un grammo, un telefono cellulare e 30 euro. Addosso al tunisino, invece, i poliziotti hanno trovato 310 euro e due telefoni cellulari. Nell'appartamento dove il giovane era agli arresti domiciliari altro hashish e un telefono senza scheda.

Accompagnati in Questura, i due sono stati identificati ed a carico di entrambi sono emersi una montagna di precedenti. A carico del tunisino, inoltre, è stata confermata la misura cautelare dichiarata applicatagli dal Tribunale di Perugia. Il marocchino, irregolare, era gravato da ordine del Questore di Perugia di lasciare il territorio nazionale.

Al termine dei controlli, per il tunisino è scattato l’arresto per evasione, resistenza e detenzione ai fini di spaccio ed è stato rinchiuso nel carcere di Capanne. Denunciato per spaccio e per inottemperanza all’ordine del Questore, invece, il marocchino. Avviate per entrambi le procedure di espulsione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento