menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trasformano il bar in un covo dello spaccio di cocaina: anni e anni di affari, arrestati

Scatta il blitz della polizia nella periferia di Perugia: manette per un 34enne e un 23enne

Arrestati. La polizia di Perugia ha eseguito due misure cautelari nei confronti di due cittadini albanesi accusati di concorso nel reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. I due, un 34enne e un 23enne, secondo le indagini della polizia spacciano cocaina da anni in un bar della periferia ovest di Perugia. 

Perugia, catturati con l'auto imbottita di cocaina: spacciatori condannati

 

Gli uomini della Squadra Mobile hanno monitorato a lungo i movimenti dei due albanesi, individuando i loro clienti e ricostruendo il loro giro d’affari. In questo modo, hanno scoperto che i due, particolarmente attivi in orario pomeridiano, vantavano un “portafoglio clienti” non indifferente, potendo contare su almeno quindici persone che acquistavano cocaina più volte alla settimana, oltre che su una serie di soggetti che si rivolgevano a loro più occasionalmente. 

Cocaina purissima e i bar come punto di spaccio: pusher catturato e spedito in carcere

I ricavi dell’attività di spaccio, spiega la polizia, erano molto consistenti, visto che ogni dose veniva venduta per poco meno di 100 euro e che, tra i clienti più affezionati, ve ne erano alcuni che nel tempo avevano acquistato oltre 300 dosi. Poi è scattato il blitz, con gli uomini della Squadra Mobile, coordinati dalla Procura della Repubblica di Perugia, che hanno dato esecuzione alle misure cautelari, arrestando i due spacciatori. In particolare, G.G. è stato arrestato in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare e rinchiuso nel carcere di Capanne. Nei confronti di M.G., invece, è stata invece applicata la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento