rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca

"Smetti di curare questo qui e dammi informazioni su un mio parente ricoverato": a processo per le botte all'infermiere

L'aggressione ai danni di un operatore sanitario è avvenuta al Pronto soccorso dell'ospedale di Perugia

Vuole avere informazioni su un paziente ricoverato e aggredisce un infermiere che stava assistendo una persona al Pronto soccorso.

Un 50enne è finito davanti al giudice del Tribunale di Perugia con l’accusa di lesioni “perché all’interno dei locali del Pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria della Misericordia, colpiva un infermiere al momento in servizio presso la predetta struttura, con un pugno al collo, procurandogli una contusione regionale laterale del collo, sindrome da stress post traumatico, dalla quale derivava una malattia guaribile in 10 giorni”.

La Procura di Perugia contesta all’imputato anche il reato di interruzione di pubblico servizio.

Secondo la ricostruzione fornita dalla vittima in denuncia il fatto è accaduto poco prima delle 12 di sabato 15 giugno. L’infermiere stava parlando con un paziente, seguendo il protocollo del Triage, e raccoglieva le prime informazioni sanitarie assegnando un grado di priorità nell'assistenza. Ad un certo punto l’imputato si sarebbe avvicinato e avrebbe detto all’infermiere di interrompere qualsiasi cosa stesse facendo e di dargli notizie riguardanti un parente ricoverato. Per poi colpire l’infermiere che gli aveva detto di attendere il suo turno.

Nel procedimento le parti sono rappresentate dagli avvocati Diego Ruggeri, Francesco Maria Falcinelli, Franco Matarangolo e Fabrizio Spinelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Smetti di curare questo qui e dammi informazioni su un mio parente ricoverato": a processo per le botte all'infermiere

PerugiaToday è in caricamento