rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cronaca

Picchia e ferisce la vicina con un bastone, ma è incapace di partecipare al processo

L'uomo era anche accuasato di danneggiamento per aver rotto gli occhiali alla parte offesa. Il giudice dichiara il non doversi procedere

Picchia la vicina con un bastone, ma per lo psichiatra è totalmente incapace a partecipare al processo e il giudice chiude il caso con la formula del non doversi procedere.

L’imputato, un signore over 80 anni difeso dall’avvocato Laura Modena, era accusato di avere colpito “al volto e al polso con un bastone”, considerato “arma impropria” una donna di 74 anni, costituita parte civile tramite l’avvocato Simone Costanzi, provocandole “una lesione personale, ecchimosi post traumatica alla arcata sopraciliare sinistra ed edema da trauma distorsivo con ecchimosi al polso sinistro”, con una malattia giudicata guaribile dai medici in 15 giorni.

L’imputato doveva rispondere anche dell’accusa di danneggiamenti “perché on violenza alla persona”, cioè sempre la vicina, le rompeva gli occhiali, sempre durante l’aggressione con il bastone.

I fatti contestati sono avvenuti a Perugia ad aprile del 2020. Viste le condizioni di salute e mentali dell’imputato, il giudice aveva disposto lo svolgimento di una perizia, al termine del quale il professionista chiamato a pronunciarsi sulle condizioni dell’imputato, ha chiarito che non è in grado di sostenere il giudizio. Così il giudice ha dichiarato il non doversi procedere per incapacità dell’imputato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia e ferisce la vicina con un bastone, ma è incapace di partecipare al processo

PerugiaToday è in caricamento