rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Cronaca

Picchia a colpi di casco il dipendente di un bar: altri guai per l'aggressore, scatta il daspo cittadino. Ecco cosa comporta

il Questore della Provincia di Perugia, Giuseppe Bellassai, ha adottato il provvedimento restrittivo per tutelare gli avventori e i lavoratori del pubblico essercizio

Non potrà entrare per un anno in un specifico bar della città e non potrà neanche sostare all'esterno: è questa la decisione del Questore di Perugia dopo l'aggressione ad un dipendente del pubblico esercizio e ad un agente di polizia da parte di un 41enne italiano. I fatti risalgono al 17 luglio scorso e la violenza si è verificata a Foligno. 

"Il 41enne stato trovato mentre era intento a colpire il rivale con un casco da motociclista. Durante il tentativo degli agenti di fermare la sua condotta violenta, aveva persino colpito uno dei poliziotti che aveva riportato delle lesioni" si legge nel provvedimenti denominato Daspo "La misura di prevenzione personale è scaturita dall'attività di accertamento svolta dalla Divisione Anticrimine della Questura che, in considerazione delle modalità con cui si era svolto il fatto e dell’allarme sociale creato tra i clienti del locale, ha ritenuto la condotta tenuta dall’uomo tale da determinare una situazione di grave pericolo e turbativa dell’ordine e la sicurezza pubblica".

Per questi motivi, al fine di tutelare tutte le persone che sono solite frequentare quei luoghi ed evitare che possano diventare teatro di nuovi scontri, il Questore della Provincia di Perugia, Giuseppe Bellassai, ha adottato il provvedimento restrittivo che si aggiunge agli altri procedimenti relativi alla lite. In caso di violazione del provvedimento, viene comminata la pena della reclusione da 6 mesi a 2 anni e la multa da 8.000 a 20.000 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia a colpi di casco il dipendente di un bar: altri guai per l'aggressore, scatta il daspo cittadino. Ecco cosa comporta

PerugiaToday è in caricamento