menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piazza Grimana, bocciata la proposta Rosetti: confermato il taglio degli alberi, meno sosta in piazzetta

Non si cambia progetto per Piazza Grimana. In commissione bocciata la richiesta della capogruppo del Movimento 5 Stelle, Cristina Rosetti, che ne voleva uno diverso da quello della Giunta, con maggiore spazio al verde e la tutela degli alberi - previsto tagli importanti dopo il bolletino emanato dagli esperti della Facoltà di Agraria - e zero area sosta nella piazzetta dove si trova lo stabile dell'ex edicola.

“E’ evidente - ha sottolineato Rosetti. prima del voto contrario della Commissione - che per quell’area manca una visione complessiva, che prenda consapevolezza che il problema di quella zona è il traffico e l’inquinamento che ne deriva. Chiedo che possa essere fatto un intervento sul verde più graduale di quello previsto, ripensando quello previsto in base a ciò che si intende realmente fare di quella piazza in futuro.”

Il taglio delle piante a Piazza Grimana è inevitabile per il consigliere di FdI Sorcini dato che, a suo giudizio, le alberature sono cresciute in maniera disordinata e che vanno diradate, per ragioni sia di salute delle stesse che di immagine della piazza. “Non si tratta - ha detto- di una questione politica, scenografica di quell’area.” Chi addirittura chiede un taglio radicale è il consigliere di Forza Italia, Tracchegiani: "In quell'area insistono 105 piante su 375 mq, che hanno quindi a disposizione 2,5 m ciascuna, con una disparità evidente tra le esigenze colturali e lo spazio a disposizione delle piante esistenti".

Nelle intenzioni dell’Amministrazione vi è il superamento della funzione/parcheggio all’interno della piazza limitrofa al campo da basket. Lì infatti rimarranno pochissimi stalli (4) al servizio degli esercenti (3) ed uno riservato ai disabili. Nel contempo verrà rimossa l’edicola e verranno rimosse le tre cabine telefoniche. Quest’ultime saranno sostituite da due piccole postazioni (sull’esempio di quelle presenti nel centro storico a fianco del palazzo delle poste) che, tuttavia, verranno delocalizzate. Resta da risolvere, invece, il problema dei bagni pubblici onnesso alla gestione degli stessi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento