menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piazza Grimana, quell'oblò bello e pericoloso: intervento per metterlo in sicurezza

Quel fantastico “oblò” di piazza Grimana, croce e delizia dei passanti. Perché attrattivo, ma anche pericoloso

Quel fantastico “oblò” di piazza Grimana, croce e delizia dei passanti. Perché attrattivo, ma anche pericoloso. Almeno fino a ieri. In occasione dei lavori di rifacimento di piazza Fortebraccio, sono stati rinnovati i sottoservizi. Tra essi, il colossale tubo di adduzione dell’acquedotto, che vantava circa un secolo di vita. Si trova all’intersezione tra la parte iniziale di via Fabretti e corso Garibaldi, nell’ampio marciapiedi adiacente a palazzo Gallenga.

Lo stupore degli operai di Umbra Acque non è stato poco quando, nel corso degli scavi, si sono trovati di fronte una saracinesca che ha svolto egregiamente il proprio lavoro per circa un secolo: il suo stato di conservazione era eccellente e avrebbe potuto tranquillamente restare in esercizio… chissà per quanto. 

Piazza Grimana, il parchetto diventa ufficialmente un parcheggio: spunta la segnaletica 
Quel torrentello di acqua maleodorante che esce senza sosta dall'Arco Etrusco

Ma il buon senso e la prudenza ne hanno consigliato la sostituzione. Eppure, affogarla sotto uno strato di pietrisco e bitume pareva colpevole. Da qui la decisione di lasciarla a vista, realizzando in superficie un’apertura, coperta da una lastra di cristallo. Da qualche giorno l’oblò era però impegnato da dei dissuasori stradali, per impedire che il pubblico lo calpestasse. L’ovvia considerazione dei passanti è stata che quella lastra trasparente non fosse sicura, non potendo reggere il peso di due o più persone. Ma adesso è stato sciolto il dubbio e sono stati rimossi i dissuasori. 

Colonnini liberty scomparsi da piazza Grimana: presentati esposti e pronte le denunce

Al loro posto ora si notano delle strisce autoadesive antiscivolo. Specie con la pioggia o l’umidità quella superficie diventava,infatti, scivolosa e dunque pericolosa. Spiegato l’arcano. Ora – con le antiscivolo – si può, dunque, passare tranquillamente o fermarsi ad ammirare questo datato, e bellissimo, manufatto dei primi del secolo scorso. Una sola obiezione. Spesso il vetro è appannato o presenta tracce evidenti di umidità. Tanto varrebbe, a questo punto, fare il classico 31 e dotare l’oblò di un foro di aereazione che impedisca la formazione della condensa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento