rotate-mobile
Cronaca Centro Storico / Piazza Grimana

Piazza Grimana, finto minorenne ma vero soldato fedele al clan spaccio

Per diversi mesi era riuscito a farsi passare per un minorenne dopo che era stato trovato in uno dei covi "blindantissimi" della droga. Aveva tentato, con la scusa della minore età, di salvare anche i suoi capetti dal carcere. Ecco come

Era riuscito ad evitare il carcere, con false generalità, attestando di avere meno di 18 anni e, da buon soldato del clan dello spaccio, aveva spiegato alla Polizia che quei due etti di droga erano di sua proprietà al fine di evitare il carcere ai proprio compagni con i quali divideva l'abitazione in zona Piazza Grimana. I fatti risalgono all'ottobre scorso ma soltanto ieri - 10 gennaio - gli agenti della Squadra Mobili hanno potuto arrestarlo dopo aver smascherato tutte le sue bugie. In manette è finito KARWI Marwen, tunisino di 22 anni.

LA STORIA  Bel pomeriggio dello scorso 10 ottobre 2013, dopo ore di appostamenti, gli uomini della Sezione Seconda avevano effettuato un “blitz” all’interno di un appartamento ubicato in Via Idalia, a due passi da Piazza “Grimana”, individuato come possibile “covo” o base operativa per lo spaccio ad opera di alcuni giovani maghrebini.

All’interno dell’appartamento, che frattanto era stato reso “inaccessibile” dagli occupanti mediante l’apposizione di pesanti grate ed inferriate sugli infissi e sulla porta di accesso, venivano sorpresi quattro giovani tunisini, tutti con diversi  precedenti penali e di polizia. A seguito della perquisizione dei locali dell’abitazione, all’interno di un piccolo forno elettrico venivano rinvenuti due panetti di sostanze stupefacente di tipo “hashish” (del peso complessivo di 2 etti), pronte per essere scaldati e poi suddivise per la successiva vendita al dettaglio nella zona.

Viste le circostanze del rinvenimento della droga e considerata la presenza di tutta l’”attrezzatura” necessaria per il confezionamento di singole dosi pronte per la cessione, la Polizia ha arrestato in flagranza di reato di 3 dei giovani  pregiudicati (ZAROUKI Walid del 1990, BEN AMER Mohamed Alì del 1992 e REZGUI Mohamed del 1988), mentre il più giovane di loro, tale KARWI Marwen, era stato soltanto denunciato a piede libero perchè minorenne. Quest'ultimo aveva tentato di spiegare che tutta la droga era di sua proprietà con l'unico scopo di far evitare il carcere ai suoi capi-bastone. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Grimana, finto minorenne ma vero soldato fedele al clan spaccio

PerugiaToday è in caricamento