rotate-mobile
Cronaca Centro Storico / Piazza IV Novembre

Bambini in festa in Piazza IV Novembre: flash mob, musica e incontri

Tutti insieme con la Croce Rossa Italiana, il cui Commissario regionale per l’Umbria, Paolo Scura, ci delinea i connotati di un evento che si dipana contemporaneamente in altre realtà comunali

Piazza IV Novembre invasa da torme di ragazzini delle scuole dell’infanzia e delle elementari: una grande celebrazione della vita, una concreta testimonianza di solidale umanità. Per ricordare che “si può essere uguali tra diversi”. Tutti insieme con la Croce Rossa Italiana, il cui Commissario regionale per l’Umbria, Paolo Scura, ci delinea i connotati di un evento che si dipana contemporaneamente in altre realtà comunali: “Nella nostra regione, siamo ben 19  Comitati, con 9 gruppi staccati”, afferma con orgoglio.

E spiega: “I criteri ai quali si ispira la manifestazione sono riferiti a: imparzialità, umanità, indipendenza, volontarietà, neutralità, unità, universalità”. Dunque: un valore per ogni giorno della settimana. Tale è il filo rosso che lega l’operina musicale sui “Princìpi di Croce Rossa” in prima esecuzione assoluta. Col coro, diretto da “sorella” Francesca Rossi, disposto sulla scalinata dei Notari.

In scena i bambini della scuole dell’infanzia Sorelle Agazzi, Pestalozzi, Maria Immacolata, e delle primarie Fabretti, Ponte Pattoli, Calvino e scuola di musica “La banda degli Unisoni”. Le musiche sono di Filippo Fanò, i testi di Francesca Rossi, la voce narrante di Mirko Revoyera. Ma intanto ne sono successe di cose. È stato aperto l’Ospedale dei pupazzi che cura i bambolotti malati.

È avvenuto l’incontro con la disabilità: dialogo e socialità con persone in carrozzella, ciechi e altri portatori di handicap. E poi una finestra sul pronto soccorso, sotto il brand “Io ci provo… e tu?”, che vede bambini e adulti impegnati nelle manovre di disostruzione delle vie aeree e RCO (riabilitazione cardio polmonare) in BLS (Basic Life Support). Persone piegate su pupazzi da simulazione, tra serio e faceto, quando non con un piglio d’orgoglio nel momento in cui il formatore solleva da terra il “bucciotto” e grida per lui “grazie a te, sono vivo!”.

Ce n’era veramente per tutti. Fino a quando si è acceso il flash mob “Il Cerchio della vita”: un grande girotondo che ha visto uniti giovani e anziani (presenti in piazza coi loro stand) intorno alla Fontana di piazza, d’intesa tra la CRI e quelli della partecipata manifestazione #NONHOLETÀ.

A dimostrazione del fatto che si può celebrare la vita, trasversalmente alle fasce d’età, alle condizioni, alle appartenenze. Nel segno di valori che ci accomunano. Nella condivisione dell’avventura esistenziale.

Bambini in festa in Piazza IV Novembre: flash mob, musica e incontri

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambini in festa in Piazza IV Novembre: flash mob, musica e incontri

PerugiaToday è in caricamento