Furti in serie e cittadini spaventati a Pianello, lettera al prefetto e sindaco: 'Temiamo per la nostra incolumità'

"I furti sono stati effettuati a danno di decine di abitazioni. Viviamo in una situazione assurda, che va monitorata e fermata subito"

Una piaga continua che fa paura, che crea sospetti e che limita persino la vita sociale - si esce di meno per proteggere la casa, la proprietà -. Stiamo parlando dei furti in abitazione che, stando alle denunce e ai comitati sulla sicurezza in Prefettura, sono triplicati negli ultimi anni. Il fenomeno non ha risparmiato nessun territorio della provincia di Perugia, ma i comuni più colpiti sono: Gualdo, Gubbio, Valfabbrica, l'area Nord di Perugia, parte di Assisi e Bastia, la prima periferia di Foligno, Torgiano. 

Ci sono tentativi e furti quasi tutti i giorni e colpiscono non tanto un singolo obiettivo ricco - la classica rapina in villa modello commando - ma i predoni - bande vere e proprie - tentano di fare cassa svaligiando abitazioni in serie, in pochi minuti e cercando oggetti di valore e soldi. Un bottino che può essere monetizzato falcilmente, in poco tempo e senza piazzarlo nei centri della ricettazione internazionale. Una delle frazioni perugine più colpite è certamente Pianello, frazione divisa a metà tra Perugia e Assisi. 

Una situazione talmente difficile ed esasperata che ha spinto cittadini e associazioni (di volontariato, sportive e ricreative) a scrivere due lettere di aiuto al sindaco Andrea Romizi e al Prefetto di Perugia Sgaraglia. Obiettivi: manifestare preoccupazione e chiedere maggiori controlli da parte delle forze dell’ordine, a seguito dei numerosi e ripetuti furti che, nelle ultime settimane, hanno colpito la frazione e il territorio seminando rabbia e paura tra i residenti. 

“Mai come ora – hanno evidenziato nella lettera, firmata da Circolo Arci di Pianello, Proloco di Pianello, Polisportiva di Pianello, Velo Club Pianello, Pro.Te.So Pianello, Centro Socio Culturale di Pianello, A.S.D. Giovanile Arna – il nostro paese è stato oggetto di simili episodi di criminalità. I cittadini sono angosciati, temono per la propria incolumità e per i propri beni". 

"I furti sono stati effettuati a danno di decine di abitazioni private, in alcuni casi letteralmente svaligiate di soldi e preziosi. Viviamo in una situazione assurda, che va monitorata e fermata subito. Chiediamo al sindaco Romizi e al prefetto Sgaraglia di farsi carico del problema, rafforzando le attività di controllo e vigilanza del territorio, con una maggiore presenza delle forze dell’ordine, per prevenire e contrastare in modo più attivo ed efficace un problema sempre più insistente e dannoso”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: centri commerciali e negozi chiusi la domenica. Tutti i provvedimenti

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 22 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 ottobre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento