Pian di Massiano, Comune presenta il tetto fotovoltaico del Palaevangelisti

Il Comune di Perugia ha presentato l'11 gennaio il nuovo tetto fotovoltaico del Palaevangelisti, situato nella zona di Pian di Massiano a Perugia, che permetterà di produrre energia pulita senza inquinare

Sono 5.573 i metri quadrati (la superficie totale del tetto è di circa 7.000) del Palaevangelisti ricoperti dal tetto a pannelli fotovoltaici. L’impianto eroga una potenza di 600 kWp, è capace di produrre circa 700 mila kWh all’anno di energia elettrica (il fabbisogno di circa 200 famiglie) e toglie dall’atmosfera da 500 a 800 tonnellate di CO2. I pannelli in pratica genereranno energia pulita al servizio della struttura.

L’opera è stata inaugurata ufficialmente dal sindaco Boccali con gli assessori Ilio Liberati (sport) e Lorena Pesaresi (ambiente) ed il presidente della Darvin (la Società che gestisce il palasport), Massimo Nicolini. Hanno partecipato anche dirigenti e tecnici comunali che hanno seguito l’opera nei suoi diversi aspetti, e rappresentanti delle ditte e società che hanno avuto a vario titolo un ruolo nell’operazione.

“Questo è un esempio virtuoso – ha detto il sindaco di Perugia– della possibile partnership tra l’ente pubblico, ovvero il Comune che è proprietario della struttura, ed i privati che hanno partecipato, coordinati dalla Darvin. Ed è anche un esempio di come vogliamo lavorare per i macro obiettivi che ci siamo dati per il mandato, ed anche oltre. Uno di questi macro obiettivi è la produzione di energia da fonti rinnovabili, ma il tetto del palasport  - ha aggiunto Boccali rivolgendosi alla Soprintendente Di Bene, in prima fila tra il pubblico - è anche la dimostrazione di come si possano fare bene, cioè con risultati esteticamente pregevoli, le cose  utili”. Il sindaco ha approfittato dell’ occasione per una sottolineatura riguardante la dirigenza del Comune e per dire, in risposta “alle polemiche ed agli attacchi al pubblico” che  l’Amministrazione comunale “ottiene in questo campo una performance positiva per quanto riguarda sia la riduzione della spesa, ove possibile, che i risultati”.

Il presidente della Darvin, Nicolini ha affidato ad un video il percorso di realizzazione dell’opera sottolineando il complicato iter finanziario dell’ operazione  e nello stesso tempo la  relativa brevità dei lavori: meno di un anno di cantiere, ma solo due mesi per la parte relativa all’ impianto fotovoltaico vero e proprio. Nicolini ha anche dato atto al sindaco di avere seguito con grande attenzione e passione tutti i passaggi dell’ operazione.

Il nuovo tetto fotovoltaico del palasport è nel contempo la realizzazione più importante del genere a Perugia e vanta anche un primato nazionale: l’impianto fotovoltaico più grande su un edificio sportivo. Ed è emblematico che un intervento con forti valenze ambientali di questa entità abbia riguardato una struttura votata allo sport, che è strettamente connesso all’ idea di salute e di benessere fisico.

Il costo, a carico del gestore dell’ impianto, la Società Darvin,  ammonta a 2,4 milioni di euro (1,8 milioni per i pannelli, più seicentomila Euro per la copertura) più 400 mila Euro per spese tecniche ed Iva, per un totale di 2,8 milioni. I lavori non hanno riguardato soltanto l’installazione dei pannelli. Il tetto è stato risistemato con opere di manutenzione straordinaria per eliminare completamente problemi di infiltrazioni di acqua e creare  una migliore coibentazione termica ed acustica.

Nello stesso tempo, il PalaEvangelisti è stato oggetto di lavori di consolidamento, finanziati direttamente dal Comune, proprietario del palasport (complessivamente, circa 300mila Euro per  la revisione di alcune parti strutturali, come gli arconi). Si tratta dunque, per Palazzo dei Priori, di un ulteriore esempio di sinergia pubblico-privato,  che si traduce in un concreto vantaggio per i cittadini che possono utilizzare impianti pubblici, sportivi in questo caso, moderni e funzionali, sgravando l’ amministrazione comunale da  oneri finanziari che possono essere impiegati in servizi o nel welfare.




 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 3 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 2 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'1 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • La Liguria ritorna in zona gialla mentre l'Umbria resta arancione: eppure i dati parlano chiaro, situazione migliore da noi...

Torna su
PerugiaToday è in caricamento