menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minimetrò a Monteluce, in 100 firmano per dire "no": c'è anche una terza via

Quattro fermate, tra cui una nell'area di influenza di Piazza Grimana, almeno dalle prime indiscrezioni sul progetto Comune-Minimetrò spa. Scatta la petizione online. I commenti e anche chi è contro la tratta di Monteluce ma non verso l'Ospedale

Siamo arrivati a quota 100 firme telematiche in meno di 48 ore e con pochissima pubblicità sui mezzi tradizionali di informazione. Il popolo del no al minimetrò torna scaldarsi e riprendere la battaglia dopo aver perduto la prima grande guerra guerra relativa al tratto Pian di Massiano-Pincetto. Ora si cerca di fermare, in tempo utile, il progetto - difficile da realizzare dati i costi - della seconda tratta Pincetto-Monteluce. La petizione è stata lanciata su www.firmiamo.it da Francesco Bastianelli che tramite facebook sta raccogliendo diversi sostenitori.

IL TESTO DELLA PETIZIONE - "Io non voglio che il Comune di Perugia prosegua nella progettazione del nuovo tratto di minimetro per Monteluce. Ritengo l'opera inutile e dannosa per il delicato tessuto urbanistico ed architettonico della città. Chiedo al Sindaco, infine, di investire i soldi destinati al progetto per la mobilità realmente alternativa e per consentire ai cittadini di fare a meno dell'auto". Ecco il link dove firmare o riflettere sulla petizione popolare: https://firmiamo.it/no-minimetro-perugia-monteluce#petition

I COMMENTI - Su 100 firmatari contrati alla seconda tratta del minimetrò emergono anche coloro che sono per una sera terza via del minimetrò: ovvero se proprio bisogna spendere quei soldi o se si vuole spenderli meglio allora collegare Pian di Massiano direttamente con la zona dell'Ospedale Santa Maria della Misericordia. Ogni giorno nel nosocomio tra lavoratori, famigliari e pazienti si muovono qualcosa come 30mila persone al giorno. "Il minimetrò deve essere prolungato per arrivare al Santa Maria della Misericordia consentendo la sostenibilità economica della gestione": scrive Vincenzo.

"Assolutamente no,l'unica realizzazione intelligente (da verificare i costi) sarebbe il collegamento con il Silvestrini": ha scritto Raffaella. "Sarebbe molto meno oneroso per i cittadini e più redditizio per Umbria mobilità realizzare una linea per ospedale Silvestrini e zona s.andrea delle fratte che in collegamento con pian di massiano ridurrebbe traffico e inquinamento": ha spiegato Michela. Ma restano forte le posizioni del passato: no grandi opere, più mobilità alternativa: "Gli interessi di pochi non possono prevaricare la volontà di molti, i progetti che riguardano la città e costano ai cittadini milioni di euro dei loro soldi, vanno decisi con i cittadini e non imposti, poi dati i risultati economici della prima tratta, QUESTA COSA NON SA DA FARE".

IL PROGETTO - Secondo le prime indiscrezioni uscite  dai lavori della commissione congiunta Minimetrò-Comune, la seconda tratta Pincetto-Monteluce dovrebbe avere 4 fermate. Una di queste, in particolare, avrà una funzione particolare: sarà il raccordo con il bacino di piazza Grimana con una fermata nei pressi del parcheggio di Sant'Antonio. Il nuovo ed eventuale terminal dovrebbe essere realizzato nell'area del Monterone.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Perugia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento