rotate-mobile
Domenica, 28 Maggio 2023
Cronaca

Niente fogne, acquedotto da finire e strade pericolosissime: "Qui la vita è a rischio"

Una petizione spedita al sindaco di Perugia, al prefetto e alla Regione Umbria, firmata da più 400 persone, per chiedere interventi immediati

Una petizione spedita al sindaco di Perugia, al prefetto e alla Regione Umbria, firmata da più 400 persone, perché “gli abitanti di Colle Umberto e Maestrello  - spiega una nota dell’Osservatorio Borgogiglione - vogliono attenzione e impegni concreti. La petizione elenca le irresponsabili mancanze e i ritardi finora accumulati che preoccupano sempre più e arrivano a mettere a rischio la vita degli abitanti”.

Le due frazioni di Perugia non godono di ottima salute. E gli abitanti chiedono a gran voce che le istituzioni facciano qualcosa. E in fretta. "Gli interventi più attesi - spiega la nota - sono il taglio delle piante e la sistemazione degli argini del torrente Caina, più volte sollecitati visto il rischio alluvioni; il completamento dell’acquedotto comunale e della rete fognaria".
 

E l'elenco delle richieste delle due frazioni prosegue: "Serve una pista pedonale tra Colle Umberto a Maestrello, lungo la strada che unisce le due frazioni, molto trafficata e pericolosa; la sistemazione delle strade vicinali, ridotte a mulattiere, così come delle due strade provinciali 170 e 172 in pessime condizioni e bisognose di segnaletica; una bretella stradale tra via Osteria del Colle e la strada comunale, a ridosso degli edifici scolastici e del parco giochi, indispensabile per ridurre i pericoli quotidiani affrontati da bambini e genitori".
E ancora: "Il parco è già fortemente danneggiato dalla vicinanza della discarica di Borgogiglione, questo territorio appare ai cittadini da tempo emarginato e trascurato". Insomma, "a poco valgono le estemporanee elargizioni del Comune se non si cambia rapidamente strada".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente fogne, acquedotto da finire e strade pericolosissime: "Qui la vita è a rischio"

PerugiaToday è in caricamento