Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

Petardi e fumogeni contro le persone e la Fontana Maggiore: due tifosi sotto processo e un terzo assolto

L'episodio è avventuo in occasione della festa in centro storico per la promozione del Perugia in serie B nel 2021

Assolto per mancanza di procedibilità (cioè non c’è la querela) dall’accusa di aver lanciato dei petardi, in piazza IV Novembre, durante i festeggiamenti del Grifo nel 2021.

L’imputato, difeso dall’avvocato Michele Nannarone, era accusato di avere procurato lesioni personali ad una ragazza, “consistenti in ustione della gamba destra, giudicate guaribili in 15 giorni”, avendo lanciato un petardo “nel corso dei festeggiamenti per la promozione in serie B del Perugia Calcio” il 2 maggio del 2021.

Va avanti, invece, il processo a carico di altri due tifosi, difesi dagli avvocati Cinzia Bartolucci e Ludovica Khraisat, accusati uno di aver lanciato un petardo all’interno della inferriata che circonda la Fontana Maggiore “provocando così un danneggiamento della stessa, consistito nell’annerimento di una porzione della base in travertino” del manufatto artistico; l’altro è accusato ugualmente di danneggiamento per aver lanciato, sempre nel corso dei festeggiamenti per la promozione del Grifo, un petardo “provocando il danneggiamento della parete muraria di via della Gabbia” con “distacco di conci lapidei”.

Secondo la difesa dell’imputato assolto, l’avvocato Michele Nannarone, la persona offesa non aveva mai identificato il presunto lanciatore di petardi, né aveva mai espresso la volontà di presentare querela. La persona offesa aveva solo denunciato il fatto di essere una “tifosa del Perugia” e di essere andata in centro storico per partecipare ai festeggiamenti e che mentre si trovava “in mezzo al gruppo ho sentito un forte boato e subito un dolore alla gamba destra”. Tirando su il pantalone “mi rendevo conto di una bruciatura sotto il ginocchio”. Un amico la portava al Pronto soccorso di Umbertide per le cure.

Secondo la difesa, infine, l’eventuale lancio di petardi era avvenuto durante una manifestazione in centro storico e non vicino allo stadio, facendo cadere anche le ipotesi di violazione delle norme sullo svolgimento e la sicurezza delle manifestazioni sportive.

Il giudice ha assolto l’imputato, mentre per gli altri due tifosi il processo va avanti, anche se una relazione del Comune di Perugia attesti che non vi sono stati danni alla Fontana Maggiore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Petardi e fumogeni contro le persone e la Fontana Maggiore: due tifosi sotto processo e un terzo assolto
PerugiaToday è in caricamento