menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stipendi Perugina, Giulietti e Cardinali: "Rifinanziare i benefici previsti"

A intervenire sul caso degli stipendi dei dipendenti della Perugina sono il deputato Giulietti e la senatrice Cardinali con un'interrogazione al Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, chiedendo il "il rifinanziamento dei benefici previsti"

Questa volta è la Perugina, o meglio la Nestlè Spa, a dover continuare a pagare lo scotto della crisi economica. Non sono però rimasti indifferenti il deputato Giampiero Giulietti e la senatrice Valeria Cardinali. Questa mattina hanno, infatti, presentato un’interrogazione al Ministro al Lavoro e alle Politiche sociali per conoscere quali iniziative il Governo intenda mettere in atto per il rifinanziamento dei benefici previsti. Benefici che, come spiegano i due politici, “favorirebbero l'utilizzo dei contratti di solidarietà da parte delle aziende, tutelando così la condizione economica dei dipendenti dell'unità di Perugia della Spa Nestlè italiana (Perugina) per i quali è stato stipulato nel febbraio scorso un contratto di solidarietà”.

“La legge 608/1996 – hanno inoltre spiegato Giulietti e Cardinali - disciplina la corresponsione del trattamento di integrazione salariale per i lavoratori per i quali viene applicato il contratto di solidarietà, ma l'Inps, pur avendo riconosciuto alla Perugina tale contratto, non riconosce le agevolazioni previste per mancanza di disponibilità finanziaria. Quest'anno, a differenza del biennio precedente, l'azienda ha fatto ricorso al contratto di solidarietà che è nettamente più vantaggioso per i lavoratori in termini di sacrificio economico rispetto alla cassa integrazione. Restando ferme le attuali difficoltà - hanno infine concluso Giulietti e Cardinali - legate alla situazione economica, anche per il 2014 la Perugina dovrà nuovamente attivare un ammortizzatore sociale, per questo chiediamo al Governo di adottare tutte le misure necessarie per favorire il ricorso da parte delle aziende al contratto di solidarietà attraverso il rifinanziamento dei benefici ad esso connessi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento